Skip to Content

Storie di successo sulla perdita di peso: Immagini ispiratrici prima e dopo

Storie di successo sulla perdita di peso: Immagini ispiratrici prima e dopo

Queste persone hanno sperimentato notevoli trasformazioni del corpo adottando uno stile di vita attivo e seguendo una dieta sana. Hanno condiviso con noi le loro storie di successo nella perdita di peso per ispirarvi. Ogni storia di successo nella perdita di peso è unica a modo suo.

01/83: La storia di successo della perdita di peso di Lexlee Hudson: Ha perso 187 libbre.

Weight loss success stories
Lexlee Hudson. LEXLEE HUDSON

L’università è stata un punto di svolta per Hudson. Ha portato una nuova indipendenza, ma l’ha anche gettata in un vortice di sfide. Lo stress di gestire più lavori e di lottare contro l’incertezza alimentare l’ha spinta a consumare pasti veloci ed economici, soprattutto pizza e tutto ciò che riusciva a prendere durante i turni da cameriera. Purtroppo, questo stile di vita le è costato un tributo, con un significativo aumento di peso di 180 kg nel giro di un anno.

Riflettendo su quei tempi, Hudson ricorda: “Ho iniziato ad affrontare numerosi problemi di salute. La schiena mi faceva costantemente male, lottavo contro la PCOS e mi ritrovavo a barcollare sull’orlo del pre-diabete e della pressione alta. Persino una cosa che avevo amato per tutta la vita, l’equitazione, divenne quasi impossibile. Sono diventata incredibilmente cosciente di me stessa, mi sono ritirata dalle attività sociali e ho preso le distanze dagli amici”.

In mezzo a tutto questo, sua madre e sua nonna hanno ottenuto una notevole perdita di peso attraverso il programma Optavia, perdendo rispettivamente 80 e 75 chili. Per anni hanno esortato Hudson a partecipare al programma e nel gennaio 2018, dopo aver terminato l’università, ha finalmente deciso di provarci. Hudson ha iniziato a impostare sveglie ogni 2 ore e mezza e 3 ore per ricordarsi di mangiare spuntini nutrienti. Ha apportato cambiamenti positivi, sostituendo la pizza normale con una versione con crosta di cavolfiore e trasformando il martedì dei tacos con involucri di lattuga al posto delle tortillas.

Nei due anni e mezzo successivi, la Hudson ha mantenuto il suo impegno e ha perso costantemente peso, fino a raggiungere la sorprendente cifra di 187 kg. Oggi lavora come health coach, assistendo gli altri nel loro viaggio verso la “salute”.

Per spiegare la sua trasformazione, la Hudson dice: “Dico alle persone che prima mi sembrava di avere una costante nebbia mentale. Non davo priorità a me stessa. La mia vita è cambiata completamente in meglio”.

02/83: Linda Migliaccio: Ha eliminato 189 libbre.

Weight loss success stories
COURTESY LINDA MIGLIACCIO

Fin dalle scuole superiori, Migliaccio ha lottato con il suo peso. Ha iniziato a mettersi a dieta a 15 anni e, nel corso degli anni, ha affrontato alti e bassi. Le è stato diagnosticato un disturbo da alimentazione incontrollata. Ha calcolato di aver perso e guadagnato peso in modo significativo almeno 12 volte.

Tuttavia, il suo peso massimo, 349 libbre, è arrivato durante un periodo difficile: la morte della madre. Mentre si prendeva cura della madre, il suo peso è aumentato di 200 libbre. Poi, una caduta in bagno le ha lacerato il legamento crociato anteriore e il menisco del ginocchio destro. Un chirurgo le disse la verità: il suo peso rendeva impossibile curare il ginocchio. Le disse che sarebbe stata costretta su una sedia a rotelle entro un anno se non avesse eliminato i chili di troppo.

“In un certo senso, mi ha fatto un grande favore ad essere così schietto”, dice. “È stato il campanello d’allarme di cui avevo bisogno e ha segnato una svolta per me”.

Migliaccio ha abbracciato una dieta nutrizionale, concentrandosi su frutta, verdura, cereali e noci. Non ha eliminato del tutto i suoi cibi preferiti, concedendosi occasionalmente un cheesesteak o un gelato quando ne aveva voglia. Questo approccio equilibrato, con l’80% di scelte salutari e il 20% di piaceri, l’ha aiutata a mantenere i progressi. I suoi amici e il suo gruppo di sostegno, TOPS (Take Off Pounds Sensibly), hanno svolto un ruolo fondamentale nel mantenerla in carreggiata. In due anni ha perso ben 189 chili, evitando incredibilmente un’operazione al ginocchio.

“Sto finalmente iniziando a trovare ciò che mi rende veramente felice”, condivide con ritrovato ottimismo.

03/83: Ann Wulff: Ha perso 207 libbre.

Weight loss success stories
Ann Wulff. ANN WULFF

Wulff, un’insegnante di 39 anni, ha condiviso il suo viaggio con CITYRYDE, rivelando come la gravidanza l’abbia portata a concedersi liberamente. Nel corso di tre gravidanze, il suo peso è aumentato di oltre 100 libbre, raggiungendo alla fine l’incredibile cifra di 360 libbre.

Ammette candidamente: “Mi ero convinta che le mie abitudini alimentari non avessero importanza, dato il mio peso attuale. Destreggiarmi tra un lavoro impegnativo a tempo pieno e la cura di tre bambine mi ha fatto dubitare che mangiare quel gelato in più facesse davvero la differenza”.

Tuttavia, con il passare del tempo, Wulff iniziò a notare dei segnali preoccupanti. Le sue energie diminuivano, rendendo difficile portare le figlie a fare una breve passeggiata al parco vicino. Allacciare la cintura di sicurezza dell’auto divenne un’impresa e il mal di testa era un compagno costante.

A metà dei suoi 30 anni ha avuto un’illuminazione. C’erano attività che semplicemente non riusciva a gestire. Determinata a cambiare le cose, la Wulff si è iscritta a WW, impegnandosi per un anno intero. Ha fissato obiettivi raggiungibili, puntando a perdere solo 5 kg alla volta, il che ha mantenuto alta la sua motivazione. Facendo scelte più sane per la cena e incorporando le passeggiate nel quartiere, è riuscita a perdere l’incredibile peso di 207 kg in poco più di due anni.

Con un tono accorato, esprime: “Mi sento come se mi fossi tolta un peso, e non intendo solo fisicamente. I miei livelli di energia sono saliti alle stelle, il mio atteggiamento è più positivo e sono più disposta a uscire dalla mia zona di comfort. Sto eccellendo come insegnante, coniuge, genitore: in pratica, in tutti gli aspetti della vita, sono una versione migliore di me stesso”.

04/83: La storia di successo di Crystal Benes sulla perdita di peso: Ha perso 201 libbre.

Weight loss success stories
CRYSTAL BENES

Benes si è portata dietro il peso per tutta la vita. L’obesità è stata la sua costante compagna fin dall’infanzia e all’età di 25 anni la bilancia segnava uno scoraggiante peso di 376 libbre.

Ricorda: “Ogni scelta su ciò che mangiavo e su quanto mi esercitavo dipendeva da me. Non potevo incolpare nessun altro per le mie decisioni sbagliate, che mi hanno spinto quasi a raggiungere i 400 chili”.

Ma il 2 aprile 2018 è arrivata la svolta: Benes si è iscritta a un programma di dimagrimento locale a Fort Wayne, nell’Indiana. Nell’arco di 15 settimane, con l’aiuto di un personal trainer, di un coaching nutrizionale e di lezioni costanti al campo di addestramento, è riuscita a dimagrire di 100 chili. La vera sfida, ammette, è iniziata quando il programma strutturato è terminato e ha dovuto continuare da sola.

“Ho dovuto capire che non si trattava solo di una dieta temporanea, ma che doveva diventare il mio stile di vita”, racconta.

Benes continuò a dedicarsi agli allenamenti quotidiani e al piano alimentare. Nel gennaio successivo, appena 10 mesi dopo, il suo peso era sceso a 175 libbre. Nell’ultimo anno ha mantenuto questo peso, con qualche margine, grazie al supporto di Real Appeal, un utile programma per la perdita di peso.

“Il mio percorso di perdita di peso si è sviluppato quando ho affrontato il mio peso ogni singolo giorno, portandomi ad un costante stato di lotta”, riflette l’autrice. “In mezzo alle sfide, ho scoperto che il percorso più duro ha portato al viaggio più bello della mia vita”.

05/83: Marsha Parker’s: Ha eliminato 155 libbre.

Weight loss success stories
Marsha Parker

La vita di Marsha Parker ha preso una piega impegnativa quando è diventata madre single di sua figlia Kumari, appena nata. Vivendo nel Bronx, a New York, Marsha ha dovuto fare scelte difficili, accettando un lavoro meno retribuito e con orari flessibili per occuparsi di Kumari. La maggior parte dei suoi guadagni è stata destinata a garantire a Kumari pasti nutrienti, mentre Marsha stessa si è accontentata di un pollo fritto economico a soli 1,25 dollari.

Lo stress del suo nuovo ruolo pesava molto su Marsha e, ripensandoci, ritiene di aver sperimentato una certa depressione post-partum senza nemmeno rendersene conto. Nei momenti di tranquillità durante i sonnellini di Kumari, le lacrime le scendevano sul viso mentre cercava conforto nel budino al cioccolato e nella Pepsi. Si rivolgeva consapevolmente a cibi malsani per trovare conforto.

Con il passare del tempo, il peso di Marsha continuò a salire. Al quinto compleanno di Kumari, aveva raggiunto la spaventosa cifra di 290 libbre. Oltre all’aumento di peso, la donna lottava contro la pressione alta e il pre-diabete. È stata Kumari, la sua giovane figlia, a diventare la forza trainante della determinazione di Marsha a perdere quei chili.

Marsha cominciò a soffrire di mal di testa indotti dal cibo e Kumari, con sincera preoccupazione, le diceva: “Ho bisogno che tu sia in salute; sono davvero molto preoccupata per te”. Per favore, mangia sano”. Marsha si rese conto che il suo benessere era legato a quello della figlia.

Con una ritrovata determinazione, Marsha si iscrisse a corsi di kickboxing e adottò una dieta più sana. Ha introdotto i frullati verdi nella sua routine e in quella di Kumari e ha enfatizzato le fonti di proteine magre come il pesce, il pollo e le uova. Il crescente interesse per il sollevamento pesi ha giocato un ruolo cruciale nella sua trasformazione, aiutandola a perdere ben 155 chili. Oggi gestisce una rigorosa routine di allenamento di cinque giorni alla settimana, bilanciando al tempo stesso il suo ruolo di insegnante online, di studentessa di dottorato e di insegnante a casa di Kumari.

Secondo le parole di Marsha, “Kumari è colei che mi ha salvato, ha salvato la mia vita”. La profonda influenza di sua figlia ha alimentato il suo viaggio verso una vita più sana.

06/83: Lindy Cellucci: Ha eliminato 150 libbre.

Weight loss success stories
COURTESY Lindy Cellucci

Dopo aver portato il peso di quasi 300 chili per quasi otto anni, Lindy Celluci ha avuto un momento che le ha cambiato la vita durante una vacanza con gli amici nel 2014. Ricorda vividamente l’occasione e racconta la sua storia a CITYRYDE: “Eravamo a Hopewell Rocks e c’era una scala che portava al fondo dell’oceano con circa 500 gradini. Sono rimasta lì, rendendomi conto che non avrei potuto fare quella discesa”. Loro si divertivano, ridevano, mentre io restavo in cima. Mi sono detto solo due parole: ‘È ora’”.

Madre di due figli, Lindy ha iniziato il suo percorso ricercando ricette salutari e monitorando i suoi passi con un Fitbit. In soli 16 mesi è riuscita a perdere 82 chili. Tuttavia, il suo percorso ha preso una piega inaspettata quando ha scoperto un nodulo sospetto sul petto. Una rapida diagnosi ha rivelato la presenza di un cancro al seno, che l’ha portata ad affrontare una difficile fase di chemioterapia.

Nonostante questa battuta d’arresto, Lindy è rimasta determinata a mantenere uno stile di vita più sano. Nel 2017, quando il medico le ha dato il via libera, ha ripreso a camminare e si è impegnata in attività come Zumba, boot camp e corsi di nuoto in acqua. I chili hanno continuato a scomparire.

“Ho perso peso con costanza ogni settimana per un anno intero”, racconta. “La mia determinazione non ha mai vacillato. Se dovevo affrontare una battuta d’arresto, cosa che è successa un paio di volte dopo il primo anno, non ho lasciato che mi facesse deragliare. La vita ha i suoi alti e bassi”.

Oggi, all’età di 60 anni, Lindy Celluci ha raggiunto l’incredibile peso di 150 libbre a ottobre e attribuisce la traiettoria della sua vita al suo percorso di dimagrimento.

“Non avrei mai individuato quel nodulo se non avessi perso quei chili”, sottolinea la dottoressa. “Mi ha salvato la vita due volte, prima da un potenziale attacco di cuore e poi portandomi a trovare quel nodulo”.

07/83: La storia del successo di Kimberly Brown nella perdita di peso: Ha perso 109 libbre.

Weight loss success stories
KIMBERLY BROWN/NUTRISYSTEM

Nel 2015, a 34 anni, Brown ha affrontato un anno difficile. Ha avuto un aborto spontaneo, ha detto addio al suo animale domestico d’infanzia e ha avuto un lungo periodo in cui non ha potuto camminare a causa di una caviglia rotta.

“Mi è costato molto”, racconta Brown.

Oltre alle sfide, la salute della Brown era a rischio. Aveva la pressione alta e frequenti emicranie. Il suo medico riteneva che perdere alcuni dei suoi 239 chili avrebbe migliorato notevolmente la sua salute. La Brown decise quindi di iscriversi a Nutrisystem e i risultati furono immediati. Nella prima settimana, ha perso ben 10 chili e ha continuato a perdere circa 2,5 chili ogni settimana. Quattro anni dopo, la Brown è dimagrita di circa 10 chili ed è molto più in salute.

“Ora peso 130 e non ho più bisogno di farmaci per la pressione sanguigna. I miei controlli annuali lasciano il mio medico impressionato dai miei livelli di colesterolo e di altro tipo!”, dichiara con orgoglio. “Ho acquisito fiducia in me stessa, il coraggio di affrontare qualsiasi cosa e un profondo senso di orgoglio per i progressi fatti!”.

08/83: Jennifer Riveira: Ha perso 76 libbre.

Weight loss success stories
JENNIFER RIVEIRA; ISAGENIX

Jennifer Riveira si sentiva spesso esausta e faticava a stare al passo con il suo vivace figlio piccolo. Ma quando il suo medico le assicurò che tutti i suoi esami mostravano risultati normali, tranne che per il suo frequente consumo di fast-food, che poteva essere la causa principale dei suoi problemi, capì che era giunto il momento di cambiare.

“In verità, avevo dimenticato di prendermi cura di me stessa”, confida a CITYRYDE. “Tutti gli altri sembravano più importanti e il fast food era diventato la mia scelta predefinita. Era veloce e conveniente”.

Determinata a trasformare il suo stile di vita, Riveira ha apportato modifiche significative. Ha detto addio ai cibi grassi dei fast food, sostituendoli con frullati salutari sostitutivi dei pasti. Parallelamente, ha abbracciato l’attività fisica.

Oggi mantiene un’attività fisica costante e riesce a stare al passo con suo figlio di 13 anni.

“La vera sfida sta nel coltivare l’auto-miglioramento, nel diventare la migliore versione di se stessi, indipendentemente da chi si è”, sottolinea Riviera.

09/83: Kristen McLaughlin: Ha perso 133 libbre.

Weight loss success stories
KRISTEN MCLAUGHLIN; TORY RUST

Quando la McLaughlin è entrata al college, ha notato che stava diventando meno attiva e che stava aumentando di peso. Il problema si è aggravato quando ha iniziato a frequentare una persona che aveva abitudini alimentari poco salutari e che si affidava principalmente al cibo da asporto, come pizza, burrito, cheeseburger e patatine. Di conseguenza, il suo peso ha raggiunto le 270 libbre. Nel 2016, si è rivolta a Jenny Craig ed è riuscita a perdere 60 kg. Tuttavia, si è sentita in colpa per l’autosufficienza del suo ragazzo, che l’ha portata a riprendere peso.

Le cose sono cambiate significativamente alla fine del 2017, quando il suo ragazzo ha ammesso di provare dei sentimenti per un’altra persona, spingendo la McLaughlin a porre fine alla relazione, dichiarando: “Questo è un tradimento, questo è insensato, non posso continuare così”.

Il periodo successivo alla rottura è stato caotico; nel solo mese di dicembre, la McLaughlin ha chiuso la relazione, si è trasferita in una nuova casa e ha iniziato un nuovo lavoro. Questo sconvolgimento si è rivelato il nuovo inizio di cui aveva bisogno per impegnarsi in una perdita di peso duratura. “Ho eliminato tutte le scuse che avevo”, dice.

Nel febbraio 2017, McLaughlin è tornata a Jenny Craig e ha fatto notevoli progressi nei due anni successivi, perdendo ben 133 libbre, quasi dimezzando la sua taglia precedente. Ha attribuito il suo successo a una combinazione di pasti preconfezionati e al suo ritrovato entusiasmo per le lezioni di fitness di gruppo e l’allenamento con i pesi. Oggi si occupa della sua cucina e mantiene la sua perdita di peso.

“Mi sento più autentica ora, stranamente, di quanto non lo sia mai stata nei miei precedenti 30 anni”, afferma. “Sono più aperta a nuove esperienze, più estroversa e più propensa a socializzare”.

10/83: La storia del successo di Mary Jane O’Toole nella perdita di peso: Ha perso 135 libbre.

Weight loss success stories
MARY JANE O’TOOLE

Nel 2016, quando la O’Toole si è fidanzata, era entusiasta di sposare il suo fidanzato di lunga data. Tuttavia, sapeva che la loro relazione non era stata positiva per la sua salute. Dopo sei anni di frequenti cene al fast-food e di scarsa attività fisica, si è ritrovata a 25 anni a pesare 281 chili.

Inoltre, la O’Toole era preoccupata di acquistare un abito da sposa della sua taglia. Ha spiegato: “Non volevo scegliere un abito da sposa plus-size perché tendevano a essere molto più costosi delle taglie normali. Mi sentivo come se mi avessero fatto pagare un extra solo perché ero più grande. Mi sembrava una ‘tassa sul grasso’, che rendeva difficile trovare abiti a prezzi accessibili”.

Insieme al suo fidanzato, O’Toole si è affidata all’app LoseIt! per tenere traccia dei pasti e delle calorie. Nell’arco di un anno ha perso in modo impressionante 75 chili. Ha anche aggiunto un regolare esercizio fisico alla sua routine quotidiana. Il giorno del suo matrimonio, nel novembre 2018, O’Toole aveva perso un totale di 135 libbre, permettendole di indossare l’abito dei suoi sogni: una taglia 6.

Ripensando al viaggio, ha raccontato: “L’abito che avevo in mente era audace e rivelatore, ma alla fine ho scelto un modello a maniche lunghe che mi copriva il collo, con la schiena scoperta. Non mi sarei mai immaginata con un abito così aderente, ma mi sono sentita benissimo perché avevo raggiunto il mio obiettivo di perdita di peso”.

O’Toole ha mantenuto le sue abitudini salutari, anche se a volte ha problemi di pelle flaccida. Tuttavia, si concentra sulle “vittorie non di scala”. Una delle vittorie più significative è quella di poter esplorare il guardaroba delle mie amiche, cosa che prima non potevo fare. È incredibile; è come se avessi accesso al doppio degli armadi, realizzando il sogno che avevo durante il liceo!”.

11/83: Randi Vasquez: Ha eliminato 80 libbre.

Weight loss success stories
RANDI VASQUEZ/INSTAGRAM

Randi Vasquez è sempre stata una bambina sicura di sé, anche quando gli altri la chiamavano “cicciottella”. Dichiarava con orgoglio: “Mi sentivo sempre me stessa”. Ma la vita ha preso una piega diversa dopo la laurea, quando ha faticato a trovare un lavoro che le piacesse davvero. Per far fronte a questa situazione, si è data ai brunch alcolici e ai fast food, e il suo peso è aumentato costantemente fino a raggiungere le 240 libbre.

“Ho notato che la mia fiducia in me stesso si stava affievolendo e la mia motivazione stava evaporando. Mi sono reso conto che se non avessi fatto un cambiamento, le cose sarebbero solo peggiorate”, ricorda Vasquez.

Rendendosi conto che una dieta drastica e una revisione dello stile di vita non sarebbero state sostenibili, ha deciso di provare qualcosa di diverso. Nell’autunno del 2014, si è imbattuta in un corso di ginnastica presso l’YMCA locale che le è piaciuto molto. In pochi mesi ha perso tra i 18 e i 20 chili, riaccendendo la sua determinazione. Questa nuova spinta l’ha portata a cucinare pasti più sani e ad abbracciare il famoso programma di allenamento BBG di Kayla Itsines.

“Ho fissato piccoli obiettivi, un anno alla volta, un mese alla volta, e ho continuato ad andare avanti”, racconta. “Raggiungere la pietra miliare di perdere 80 kg nell’autunno del 2017 è stato un momento monumentale per me”.

Da allora, Vasquez ha raggiunto un’altra tappa importante: il completamento di una mezza maratona. Ora si concentra sul mantenimento del peso e sulla libertà ritrovata.

“Non mi sento più frenata dal mio peso”, dichiara con sicurezza. “Mentre prima ero soddisfatta, ora mi rendo conto che ci sono state innumerevoli opportunità che ho perso a causa di barriere che non ho nemmeno riconosciuto”.

12/83: Tara McGinty: Ha eliminato 122 libbre.

Weight loss success stories
TARA MCGINTY

Tara McGinty ricorda ancora con chiarezza il suo primo incontro con il bullismo basato sul peso. Era la terza media, quando un incidente con il distributore di ketchup l’ha costretta a cambiare la camicia. Sfortunatamente, la maglietta di ricambio, presa in prestito da un’amica, si rivelò scomodamente stretta.

“Ho preso la ferma decisione di non mangiare mai più a scuola o davanti agli altri”, racconta McGinty, oggi 33enne, a CITYRYDE.

Ha adottato uno schema di quasi fame fino alle 16.00, seguito da un’indulgenza verso qualsiasi cibo disponibile fino all’ora di andare a letto. Questo ciclo malsano ha fatto sì che il suo peso aumentasse, fino a raggiungere le 260 libbre.

Ma la svolta avvenne quando ricevette la diagnosi di artrite reumatoide, una condizione che le procurava dolori lancinanti, impedendole persino di abbracciare i suoi figli. Fu in quel momento che decise di cambiare stile di vita. Introdusse gli integratori alimentari Isagenix, abbracciò gli allenamenti a intervalli ad alta intensità e adottò un approccio di “alimentazione pulita” per ridurre l’infiammazione. Grazie a questi cambiamenti, McGinty è riuscita a ridurre il suo peso fino a 138 libbre e, soprattutto, il suo dolore da artrite è ora “sotto controllo”.

Descrivendo la profonda trasformazione, dice: “In passato, le coccole con i miei figli mi causavano un dolore immenso. Oggi, invece, faccio tesoro di ogni abbraccio e loro possono persino avvolgere le loro manine intorno al mio corpo”.

13/83: La storia del successo di Alan Christiansen nella perdita di peso: Dimagrito di 317 libbre.

Weight loss success stories
ALAN CHRISTIANSEN

Con un peso di 538,8 chili, Alan Christiansen si rese conto di avere un rapporto malsano con il cibo. La sua routine quotidiana comprendeva tre visite ai fast-food, per un totale di ben 6.000 calorie, che rendevano difficili anche le attività più semplici.

“Non riuscivo a stare in piedi nella doccia per più di dieci minuti”, ha raccontato a CITYRYDE. “Anche le faccende di base, come cucinare e lavare i piatti, richiedevano una sedia”.

Tuttavia, è stata la presenza delle figlie di 3 e 5 anni a casa a motivare Christiansen a cambiare. Si è impegnato in una dieta e in un regime di esercizio fisico, aderendo a Optavia, un programma di benessere con supporto di coaching. Sorprendentemente, in soli 18 mesi, ha eliminato il peso in eccesso, raggiungendo i 221 chili.

“Sono migliorato come uomo, marito, padre, dipendente, figlio, fratello e amico”, ha dichiarato. “Mi sento liberato dalle catene che mi hanno tenuto prigioniero per tanto tempo. Ora posso abbracciare la vita al massimo, cogliendo tutte le sue opportunità”.

14/83: Shamirum Benjamin: Ha perso 151 libbre.

Weight loss success stories
SHAMIRUM BENJAMIN

Con un peso di 538,8 chili, Alan Christiansen si rese conto di avere un rapporto malsano con il cibo. La sua routine quotidiana comprendeva tre visite ai fast-food, per un totale di ben 6.000 calorie, che rendevano difficili anche le attività più semplici.

“Non riuscivo a stare in piedi nella doccia per più di dieci minuti”, ha raccontato a CITYRYDE. “Anche le faccende di base, come cucinare e lavare i piatti, richiedevano una sedia”.

Tuttavia, è stata la presenza delle figlie di 3 e 5 anni a casa a motivare Christiansen a cambiare. Si è impegnato in una dieta e in un regime di esercizio fisico, aderendo a Optavia, un programma di benessere con supporto di coaching. Sorprendentemente, in soli 18 mesi, ha eliminato il peso in eccesso, raggiungendo i 221 chili.

“Sono migliorato come uomo, marito, padre, dipendente, figlio, fratello e amico”, ha dichiarato. “Mi sento liberato dalle catene che mi hanno tenuto prigioniero per tanto tempo. Ora posso abbracciare la vita al massimo, cogliendo tutte le sue opportunità”.

14/83: Shamirum Benjamin: Ha perso 151 libbre.

Weight loss success stories
JANINE JOHNSTON

Quando Shamirum Benjamin aveva solo nove anni, prendeva di nascosto pezzi di plumcake dal frigorifero. Questa abitudine di nascondere le sue scelte alimentari è proseguita anche in età adulta. A volte ordinava addirittura pasti completi da due fast-food contemporaneamente e li consumava in auto.

“Nascondevo le mie abitudini alimentari più malsane, come mangiare troppo fino a sentirsi a disagio, in modo che gli altri non se ne accorgessero, ma questo non significava che non fossi oppresso dalla vergogna”, ha condiviso apertamente Benjamin con CITYRYDE.

Nel febbraio 2011, all’approssimarsi del suo 29° compleanno, mentre lavorava come responsabile del successo dei clienti per un’azienda di software, ha raggiunto il suo peso più alto di sempre. È allora che ha deciso di iscriversi al programma WW, precedentemente noto come Weight Watchers.

“Ho cambiato il mio modo di pensare”, ha spiegato Benjamin. Ha smesso di concedersi ai fast food, ha aggiunto più frutta e verdura alla sua dieta e ha iniziato a camminare regolarmente, incorporando leggeri esercizi quotidiani. In quattro anni, il suo peso è sceso da 291 libbre a 140 libbre.

Oggi mantiene attentamente il suo peso, concentrandosi su alimenti con bassi valori di punti WW e praticando il controllo delle porzioni.

“Ora mi sento semplicemente più vibrante e vivo”, ha rivelato Benjamin. “Ho scoperto un nuovo senso di libertà e autenticità che non avrei mai pensato fosse possibile quando ero più pesante”.

15/83: Janine Johnston: Ha eliminato 145 libbre.

Weight loss success stories
JENNA LEVEILLE

Da bambina Jenna Leveille era golosa di dolci, ma si è sempre considerata una persona in forma e sportiva. Tuttavia, dopo aver avuto un figlio nel 2000, ha iniziato a ingrassare continuamente, nonostante il suo impegnativo lavoro di direttore vendite globale di SpaFinder.

Nel tentativo di eliminare quei chili di troppo, Jenna ha provato soluzioni rapide, tuffandosi a capofitto in un ciclo di diete drastiche. Alcune sembravano funzionare per un breve periodo, ma i risultati erano deludenti e di breve durata. Diminuiva di 20 chili per poi vederli raddoppiare.

Quando il suo peso ha raggiunto la scoraggiante cifra di 270 chili, Jenna ha preso in considerazione l’idea di sottoporsi a un intervento chirurgico per la perdita di peso, ma era decisa a esplorare prima i metodi naturali. Passò a una dieta ad alto contenuto proteico e a basso contenuto di carboidrati e si dedicò a una regolare attività fisica. “Ho detto addio allo zucchero e ho indossato le scarpe da ginnastica”, racconta.

Nel 2014, Jenna ha raggiunto trionfalmente il suo obiettivo di peso di 130 chili, un risultato monumentale che le ha ispirato la creazione della comunità Facebook “Getting Closer Everyday”. Il suo scopo? Fornire un sostegno costante e una motivazione alle persone che intraprendono il loro percorso di dimagrimento.

“Non potrò mai sottolineare abbastanza come la mia vita si sia trasformata al di là delle mie più rosee aspettative”, sottolinea l’autrice. “È la prova che non è mai troppo tardi per cambiare, indipendentemente da quanto a lungo ci si sia sentiti bloccati”.

17/83: Nicole Ferrigno: Ha perso 204 libbre.

Weight loss success stories
NICOLE FERRIGNO

I primi anni di vita di Nicole Ferrigno hanno inculcato in lei l’idea che “le patatine fritte erano un contorno comune, la pasta una cena regolare e il pane fresco un must per ogni pasto”.

Ma quando ha acquisito un maggiore controllo sulle sue scelte alimentari, si è ritrovata intrappolata in una routine alimentare invariata. Parlando con CITYRYDE, ha confessato: “Il pranzo spesso significava un Big Mac, un McChicken e una porzione abbondante di patatine fritte, a volte con un’ordinazione extra di patatine medie”.

Al suo picco di peso, la Ferrigno ha raggiunto i 350 chili. Quando tornò nella sua città natale e iniziò a disfare le valigie, si imbatté in una pubblicità del programma “21 Day Fix” di Beachbody, un mix di alimentazione a porzioni controllate e 30 minuti di esercizio quotidiano.

Determinata ad attuare un cambiamento, la Ferrigno ha deciso di provarci e, col tempo, ha iniziato a vedere dei progressi. Nel dicembre 2017, ha raggiunto il suo obiettivo di peso di 146 libbre. Sebbene si attenga principalmente a una dieta incentrata sulle verdure e su porzioni modeste di carboidrati, sottolinea che “nulla è completamente off-limits”, concedendosi occasionalmente qualche sfizio come spuntini da dessert o piccoli sacchetti di patatine.

Riflettendo sulla sua trasformazione, dice: “Provo i vestiti e non riesco a credere di essere io. Sono entusiasta di aver scelto di dare priorità alla cura di sé”.

18/83: Holly Wallis: Ha eliminato 162 libbre.

Weight loss success stories
HOLLY WALLIS

Fin da piccola, Holly Wallis ricorda di essersi sentita un po’ “cicciottella”. Ma è stato durante gli anni del liceo che ha iniziato a lottare con l’alimentazione emotiva. L’attrice spiega questa esperienza in un’intervista a CITYRYDE.

“Sono cresciuta con una regola a casa che diceva che se mettevi del cibo nel piatto, dovevi finirlo prima di lasciare il tavolo”, racconta Wallis.

“Per più di metà della mia vita sono stata considerata obesa”, dice Wallis durante la conversazione con CITYRYDE.

Quando si è recata al controllo annuale all’età di 48 anni, la Wallis pesava 308 libbre. Il medico, nel riepilogo dopo la visita, la definì “morbosamente obesa” e le offrì alcuni suggerimenti per la perdita di peso. Riflettendo su questo, Wallis dice: “Mi ha fatto sentire come se avesse davvero a cuore la mia salute e volesse il meglio per me”.

Quello stesso giorno si è posta l’obiettivo di perdere metà del suo peso entro i 50 anni. Ha deciso di provare una dieta keto, concentrandosi su alimenti ad alto contenuto di grassi, proteine moderate e pochi carboidrati. Per tenere traccia dei suoi progressi, delle abitudini alimentari e degli allenamenti, si è affidata all’app “Lose It!”. Inoltre, Wallis ha sostituito il suo abituale tragitto in auto con la bicicletta per andare al lavoro e ha aggiunto 30 minuti di esercizio fisico alla sua routine quotidiana.

Ora, dopo aver raggiunto un peso di 146 libbre, Wallis pedala con fiducia per 29 miglia e completa con orgoglio la sua prima mezza maratona. “Mi sento forte”, afferma. “Avrei potuto arrendermi, ma ho perseverato”.

19/83: La storia del successo di Scott Leopold nella perdita di peso: Ha perso 193 libbre.

Weight loss success stories
SCOTT LEOPOLD

Il viaggio di Scott Leopold verso una vita più sana è iniziato a 19 anni, quando pesava ben 438 kg. Durante gli anni dell’università, si lasciava andare spesso all’alcol, concludendo le serate con piaceri ad alto contenuto di grassi come ali di pollo, dolci e patatine. “Non ci pensavo nemmeno due volte a smaltire due pizze intere”, confessa a CITYRYDE.

Dopo aver perso i suoi primi 100 chili, Leopold e i suoi amici decisero di “festeggiare” con un buffet. Ricorda: “Ho riempito il mio piatto di gamberi fritti, cosce di granchio e hush puppies, finendo per mangiarne almeno otto. Mi sembrò una buona idea in quel momento”.

Con il tempo, però, il peso è risalito gradualmente fino a raggiungere le 363 libbre. La svolta è arrivata nel 2015, quando non riusciva a tenere il passo della sua bambina. “Ho cercato di inseguirla, ma tutto ciò che riuscivo a fare era una lenta camminata”, ricorda Leopold, aggiungendo tristemente: “Tutto ciò che potevo fare era guardarla”.

Rendendosi conto della necessità di cambiare per essere più coinvolto nella vita dei suoi figli, ha scoperto Real Appeal, un programma digitale per la perdita di peso che offre coaching, gruppi di supporto e definizione di obiettivi giornalieri per la dieta e l’esercizio fisico. Si è impegnato a seguire una dieta rigorosa da 800-900 calorie (poi aumentate a 1.300) e a fare una routine quotidiana di corsa o camminata.

Ora, con un peso sano di 170 kg, Leopold si unisce con entusiasmo alle sue figlie nelle corse e nelle escursioni di 5 km. “Sono più felice, più sano, più energico e molto più attivo”, afferma. “Posso stare al passo con le mie figlie ed essere presente per loro come non avrei mai potuto fare prima”.

20/83: Kara Cline: Ha eliminato 95 libbre.

Weight loss success stories

All’età di 32 anni, Kara Cline ha affrontato una sfida quando sono iniziati gli attacchi di panico dopo la nascita del suo secondo figlio. Si è resa conto di dover apportare cambiamenti significativi al suo stile di vita per la salute della sua famiglia e per la sua.

Il percorso di fitness di Cline è iniziato con gli allenamenti al liceo, ma quando è entrata all’università la sua routine è cambiata. “Sono diventata compiacente e i chili di troppo hanno continuato ad accumularsi”, spiega la commercialista. “L’esercizio fisico è passato in secondo piano e ho trascorso il tempo con gli amici, concedendomi cibi che non avrei dovuto mangiare”.

Nel settembre 2016, Cline ha deciso di rinnovare la sua dieta e ha scoperto Daily Burn, un’app per la salute e il fitness che fornisce video di allenamento e indicazioni nutrizionali. Ha trovato l’allenamento Daily 365 particolarmente coinvolgente ed efficace. Cline ha apprezzato la comodità di eseguire questi esercizi a casa, nel suo salotto, di solito tre o quattro volte alla settimana, con i suoi bambini di 5 e 2 anni nelle vicinanze.

Gli allenamenti, incentrati sull’interval training, sul cardio e sugli esercizi con i pesi corporei, erano accompagnati da modifiche che li rendevano personalizzati. La dedizione di Cline è stata ripagata, con un’impressionante perdita di peso di quasi 100 libbre, e ora mantiene un peso orgoglioso di 185 libbre.

“È stata una montagna russa di emozioni. Mi sono trasferita in una nuova città, ho essenzialmente rinnovato la mia vita, ma è stato tutto in meglio”, riflette. “Non mi vergogno più del mio peso e questa trasformazione ha aumentato la mia fiducia e il mio benessere, portandomi ad abbracciare uno stile di vita più attivo e più sano”.

21/83: Dr. Kevin Gendreau: Ha perso 125 libbre.

Weight loss success stories
DR. KEVIN GENDREAU

Il percorso di dimagrimento del Dr. Kevin Gendreau è stato innescato da un evento straziante. Egli spiega come la battaglia di sua sorella contro un cancro raro e aggressivo gli sia servita da campanello d’allarme per cambiare profondamente. A quel tempo, il Dr. Gendreau pesava circa 300 kg, soprattutto a causa del consumo di pane, pasta e patatine fritte. Si è sentito in dovere di occuparsi della sua salute, soprattutto quando ha visto il netto contrasto tra le sue scelte di vita e la lotta contro il pericolo di vita di sua sorella.

In qualità di medico di base, il Dr. Gendreau ha deciso di adottare un approccio ad alto contenuto di grassi e di carboidrati e ha monitorato i suoi progressi utilizzando MyFitnessPal. L’urgenza di adottare abitudini più sane si è intensificata con il deteriorarsi delle condizioni di salute della sorella, sapendo di dover essere nella migliore forma possibile per i suoi giovani nipoti, Sophia e Henry. Purtroppo la sorella è deceduta nel giugno 2017.

La dottoressa Gendreau è passata in modo significativo a una dieta a base di alimenti integrali e ha assistito a notevoli cambiamenti eliminando i carboidrati trasformati e concentrandosi su opzioni nutrienti come frutta, verdura, noci, proteine magre, uova, yogurt greco magro, olio d’oliva, aceto balsamico e condimenti non calorici.

Dopo aver toccato un plateau di perdita di peso, si è rivolto al digiuno intermittente, una strategia che lo ha aiutato a perdere le ultime 50 libbre del suo impressionante dimagrimento totale di 125 libbre. La sua nuova finestra alimentare, dalle 12 alle 20, comprende tè nero, caffè nero e acqua al di fuori di questo periodo.

Il dottor Gendreau ha esteso le sue conoscenze ai suoi pazienti, condividendo i benefici del digiuno intermittente con molti individui pre-diabetici o diabetici. Tuttavia, egli sottolinea l’importanza di consultare un medico prima di intraprendere qualsiasi dieta o regime di esercizio fisico, poiché ciò che funziona per una persona può non essere adatto a un’altra.

22/83: La storia di successo della perdita di peso di Brianna Bernard: Ha perso 107 libbre.

Weight loss success stories
ARI MICHELSON

Durante la gravidanza di Brianna Bernard, l’ha sfruttata come motivo per gustare cibi di conforto. Ripensandoci, si rende conto di aver mangiato più calorie di quelle consigliate, preoccupandosi di perdere peso dopo la gravidanza. A 32 anni, pensava che il peso sarebbe sceso naturalmente dopo il parto, ma la realtà ha dimostrato il contrario.

Dopo la nascita di suo figlio, che ora ha 5 anni, Brianna non ha dato priorità alla cura di sé e si è attenuta ad abitudini alimentari poco sane. Ha capito la necessità di cambiare e ha fatto un grande passo facendosi aiutare da un personal trainer di Bodies by Burgoon. Si è impegnata in sessioni di allenamento, concentrandosi su sollevamento pesi, pliometria, boxe ed esercizi efficaci, andando in palestra due o tre volte alla settimana.

Anche la modifica della dieta è stata fondamentale. Si è allontanata dai pasti elaborati e ricchi di carboidrati, adottando proteine magre, grassi sani e molte verdure. Un anno dopo, i risultati sono stati sorprendenti: Brianna ha perso 100 kg e ha persino iniziato a praticare powerlifting a livello agonistico. La sua trasformazione è stata così stimolante che è diventata istruttrice nella stessa palestra che l’ha aiutata a raggiungere i suoi obiettivi di perdita di peso.

Riflettendo sul suo percorso, nota che non si tratta solo di cambiamenti fisici, ma anche di cambiamenti nei pensieri e nei sentimenti. Guardando indietro, sembra di essere in un’altra epoca e i progressi fatti le hanno dato fiducia. Ora crede che non ci sia nulla che non possa fare, a testimonianza del suo incredibile percorso di perdita di 100 libbre, una trasformazione che le fa credere di poter conquistare qualsiasi cosa si metta in testa.

23/83: Rachel Saintfort: Ha perso 121 libbre.

Weight loss success stories

Ripensando agli anni del liceo, la nativa di Lakeland, in Florida, ricorda che all’epoca aveva raggiunto il peso di 200 libbre, ma la sua fiducia era sempre forte. Tuttavia, con il passare degli anni, il peso è aumentato gradualmente, raggiungendo il picco di 291 kg dopo la nascita della figlia nel 2007.

La svolta per la Saintfort è arrivata nel gennaio 2017, quando la figlia di 10 anni l’ha svegliata. Scoprì che una compagna di classe l’aveva chiamata “grassa” e poté vedere la tristezza negli occhi della figlia mentre cercava di scacciare il commento offensivo. Questo momento l’ha colpita duramente, facendole capire che le sue scelte e abitudini malsane avevano un impatto sulla figlia e scatenando il desiderio di cambiare.

All’età di 32 anni, mentre lavorava come case manager, la Saintfort ha deciso di adottare misure proattive per uno stile di vita più sano. Ha scelto di dire addio ai fast food e alle bibite gassate, optando invece per passeggiate quotidiane di 3 miglia intorno al lago della sua città. Con la determinazione di una trasformazione duratura, ha iniziato a condividere il suo percorso di perdita di peso sul suo account Instagram, @Ms100Lbs, e ha fissato un obiettivo significativo per se stessa: perdere 100 libbre.

Incredibilmente, in meno di un anno, raggiunse il suo obiettivo, un trionfo che la travolse di emozioni. Ricorda di aver versato lacrime di gioia, descrivendo l’esperienza come davvero incredibile. Questa trasformazione ha segnato un momento cruciale della sua vita, alimentata dal desiderio di dare un esempio migliore a sua figlia e di risparmiarle il dolore di essere giudicata a causa delle scelte malsane fatte in passato dalla madre.

24/83: Gwilym Pugh: Ha perso 93 libbre.

Gwilym Pugh

Partendo da un peso di 280 kg, Gwilym Pugh ha affrontato le sfide del sovrappeso e di una vita sedentaria. Nel corso di un percorso durato 5-7 anni, ha attraversato alti e bassi per perdere ben 93 chili, portando a un sorprendente cambiamento di carriera.

Oggi, a 33 anni, Pugh è un top model di successo e persino un ambasciatore del marchio di toelettatura di David Beckham, House 99. Giura di seguire una dieta equilibrata, concentrandosi su micronutrienti e grassi buoni, insieme ad allenamenti fattibili.

“Gli allenamenti ad alta intensità erano difficili a causa di infortuni passati, ma ho trovato molto efficace il cardio mattutino a bassa intensità”, dice Pugh. Si dedica a uno stile di vita sano, frequentando regolarmente un osteopata e un allenatore e puntando a 20.000 passi al giorno.

Guardando alla sua vita come modello ricercato e influencer sui social media, Pugh è grato. Descrive questa vita come qualcosa che non avrebbe mai immaginato. Ha migliorato ogni aspetto della sua vita, dalla salute fisica e mentale alle relazioni personali e professionali. Il suo viaggio è la prova che impegnarsi per migliorare la salute e il benessere può portare a trasformazioni sorprendenti.

25/83: La storia del successo di Mariah Stolfi nella perdita di peso: Dimagrita di 84 libbre.

Weight loss success stories
MARIAH STOLFI

Mariah Stolfi, che si descrive apertamente come una “mangiatrice di cibo”, ha avuto problemi di peso fin da piccola quando è cresciuta nel Wisconsin. Al quinto anno di scuola elementare pesava già 150 kg e i suoi problemi di salute hanno reso la sua battaglia per la perdita di peso ancora più complicata. Durante la prima adolescenza, i medici le hanno diagnosticato la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) e l’apnea del sonno, rendendo particolarmente difficile la perdita di peso.

La PCOS ha rappresentato per la Stolfi una sfida eccezionale nel tentativo di perdere peso e di mantenerlo. La combinazione di questa condizione e degli effetti dell’apnea del sonno la faceva sentire costantemente affaticata, rendendo l’esercizio fisico regolare un compito scoraggiante. Al compimento del 18° anno di età, il suo peso era salito al massimo a 286 libbre.

A un punto di svolta significativo nella sua vita, la 19enne Stolfi ha optato per un intervento di gastrectomia a manica verticale nel luglio 2017. Dopo aver perso ben 84 chili, ora sta cercando di perdere altri 60-70 chili. Durante il suo percorso di trasformazione, Stolfi ha condiviso attivamente le sue esperienze sui social media, entrando in contatto con una comunità di supporto.

Ispirata dalla comunità di chirurghi per la perdita di peso che ha trovato su Instagram, le foto e i video candidi della Stolfi hanno risuonato profondamente con il pubblico, accumulando un seguito combinato di oltre 14.000 persone sia su Instagram che su YouTube.

Nell’offrire consigli a chi è alle prese con problemi di peso, la Stolfi sottolinea l’immensa importanza della propria mentalità in questo percorso. È fermamente convinta che il successo di un percorso di dimagrimento sia per l’80% mentale e per il 20% fisico. Lavorare e migliorare la propria mentalità è assolutamente fondamentale per ottenere un successo duraturo nel perseguimento degli obiettivi di perdita di peso.

26/83: Kathleen Golding: Ha eliminato 178 libbre.

Weight loss success stories
KATHLEEN GOLDING/INSTAGRAM

L’infanzia di Kathleen Golding è stata segnata dalla costante lotta contro il sovrappeso. Quando ha compiuto 21 anni, si è rivolta al cibo come modo per affrontare il pesante fardello di ansia e depressione che la affliggeva.

“Ero bloccata in un ciclo infinito di sovralimentazione ogni singolo giorno”, racconta Golding, residente a New Bern, nella Carolina del Nord, che ha raggiunto il suo peso massimo a 331 kg. Si è resa conto che doveva cambiare le sue abitudini, soprattutto il consumo eccessivo di fast food.

Nel giugno 2016, Golding ha preso l’importante decisione di sottoporsi a un intervento di bypass gastrico. Invece di considerarlo un segno di debolezza o di “tradimento”, lo ha visto come una dimostrazione di forza.

“Ho trovato la forza di ammettere che non posso farcela da sola. Voglio essere sano, ma ho bisogno di assistenza”, riflette Golding, che ora ha 26 anni.

Dopo l’intervento, la Golding ha fatto notevoli progressi e il peso è diminuito costantemente. Facendo scelte alimentari più sane e incorporando l’esercizio fisico nella sua routine, è riuscita a perdere ben 178 libbre.

Oggi, Golding dice di essere in pace con il suo corpo. Nonostante la pelle sia un po’ sciolta e riconosca le sue imperfezioni, è orgogliosa della trasformazione faticosamente ottenuta. Golding ha documentato il suo percorso di dimagrimento su Instagram, condividendo le sue esperienze e ispirando altre persone in un percorso simile.

“Prima passavo molto tempo a non apprezzare il mio corpo, ma ora ho capito che questo è l’unico corpo che ho e sono determinata a prendermene cura”, afferma Golding, esprimendo un ritrovato senso di accettazione di sé e di impegno per il proprio benessere.

27/83: Bonnie Wiles: Ha eliminato 162 libbre.

Weight loss success stories
PERRY HAGOPIAN

Bonnie Wiles è cresciuta con una dieta ricca di cibi amidacei e, all’età di 18 anni, il suo peso aveva già superato le 200 libbre.

“Ho provato varie diete, ma i chili continuavano ad accumularsi, soprattutto dopo essermi sposata e aver avuto quattro figli”, rivela Wiles nel numero 2018 di Half Their Size. “Solo dopo l’arrivo del mio primo nipote, nel 2011, mi sono impegnata a fondo per diventare più sana”.

Ora che risiede a Fayetteville, in Arkansas, Wiles si è unito a TOPS, un gruppo di sostegno per la perdita di peso, e ha iniziato a usare l’applicazione MyFitnessPal.

“Mi aiuta a tenere d’occhio le mie abitudini alimentari e tiene traccia delle mie camminate, che di solito ammontano a circa 50 miglia alla settimana”, osserva Wiles, che ora pesa un bel po’ di chili, una trasformazione significativa rispetto al punto di partenza.

Abbracciando pienamente il suo nuovo stile di vita più sano, Wiles irradia entusiasmo.

“In passato, a causa del mio peso, dovevo chiedere un estensore della cintura di sicurezza in aereo. Ma ora attendo con ansia un viaggio di famiglia alle Hawaii, dove potrò mostrare con sicurezza la mia parte del corpo preferita: le braccia”, condivide, sottolineando la gioia che prova per il miglioramento della sua immagine e delle sue capacità fisiche.

28/83: La storia del successo di Jeremiah Peterson nella perdita di peso: Ha perso 92 libbre.

hot man
JEREMIAH PETERSON/INSTAGRAM

Jeremiah Peterson, residente a Missoula, nel Montana, ha deciso di cambiare radicalmente la sua vita dopo un’impegnativa escursione in famiglia. Ricorda vividamente il momento in cui ha faticato a riprendere fiato, piegato in due mentre sua moglie e i suoi tre figli, di 10, 8 e 7 anni, camminavano, chiacchieravano e ridevano senza fatica senza di lui.

In cerca di motivazione, Jeremiah ha partecipato a una sfida di trasformazione. È passato a una dieta a base di keto, concentrandosi su grassi sani, proteine magre e verdure verdi. Si è anche impegnato in escursioni di un’ora due volte al giorno e in sessioni di sollevamento pesi.

Con una dedizione incrollabile, Jeremiah è riuscito a perdere ben 82 chili in soli 150 giorni. Il suo duro lavoro è stato ripagato, in quanto è risultato il vincitore della 1° Phorm Transformation Challenge, aggiudicandosi il primo premio di 50.000 dollari.

Jeremiah, che ha quasi 40 anni, ora sente un livello di spinta e di ambizione che non ha mai sperimentato prima nella sua vita. Il suo viaggio di trasformazione ha portato nuova vitalità e determinazione.

29/83: Robin Janes: Ha eliminato 280 libbre.

Weight loss success stories
COURTESY; PERRY HAGOPIAN

Janes, oggi 28enne, ricorda di non aver mai avuto un ricordo di essere stata piccola. Lo racconta a CITYRYDE nel numero 2018 di Half Their Size: “Nemmeno in una foto da bambina. Ero costantemente in sovrappeso e questo è continuato anche in età adulta”. Le cose sono arrivate a un punto in cui non riusciva nemmeno a pesarsi con una bilancia normale. “Dovevo andare nell’azienda di famiglia di una mia amica dove pesavano enormi vasche industriali”, ricorda. “È stato allora che ho scoperto che pesavo 450 libbre”.

Ma la svolta è arrivata quando Janes si è resa conto di non riuscire a entrare nei banchi dell’università, costringendola a interrompere temporaneamente la sua formazione.

Determinata a realizzare un cambiamento positivo, Janes ha iniziato con i frullati sostitutivi del pasto Isagenix e ha imparato a preparare pasti nutrienti. Ha anche iniziato a incorporare esercizi leggeri come brevi passeggiate e nuotate. Con un’incredibile dedizione, è riuscita a perdere ben 280 kg. Ora Janes partecipa con entusiasmo alla pallavolo e frequenta regolarmente la palestra, mentre si concentra sulla ripresa degli studi.

“Sono tornato a scuola. Posso lavorare ovunque. Non sono limitata”, afferma Janes. “Mi sembra che prima tutte le porte fossero chiuse per me. Ora sono tutte aperte”. Il suo viaggio non riflette solo la sua trasformazione fisica, ma anche le nuove opportunità e possibilità che si sono aperte nella sua vita.

30/83: Melody Perdue: Ha eliminato 180 libbre.

Weight loss success stories

Nei primi anni di vita di Perdue, il cibo ha fornito un senso di stabilità e di conforto nella sua vita. Parlando con CITYRYDE per il numero 2018 di Half Their Size, Perdue, oggi 34enne, racconta: “Mia madre non è stata in grado di crescermi pienamente. Ho sempre collegato il cibo alla felicità. Pensavo: ‘Il cibo non mi abbandonerà'”.

La sua dieta consisteva in sei-otto barrette di cioccolato al giorno, oltre a pollo fritto e maccheroni al formaggio, portando il suo peso a raggiungere le 308 libbre all’età di 29 anni. Ha dovuto affrontare il pre-diabete, l’apnea del sonno e una forma lieve di sindrome dell’ovaio policistico. Tuttavia, nel 2012, un incidente d’auto che ha messo a repentaglio la sua vita l’ha spinta a cambiare vita.

“Ero sul divano di mia sorella, mi sono seduta e ho gridato a Dio”, riflette. “Ho detto: “Sono stufa di sentirmi così””.

Perdue ha deciso di iscriversi a Optavia, un programma che offre piani di pasti confezionati. Ha imparato a consumare pasti equilibrati, con particolare attenzione alle proteine e a tre porzioni di verdure. Questo, unito a passeggiate di 30 minuti, le ha permesso di perdere ben 180 libbre.

“Ora ho così tanta energia”, afferma con gioia. “Sono riuscita ad andare in bicicletta per la prima volta a 33 anni”. Questa trasformazione non solo ha portato a una notevole perdita di peso, ma ha anche portato una rinnovata vitalità e la capacità di abbracciare nuove esperienze che prima erano fuori dalla sua portata.

31/83: La storia di successo della perdita di peso di Megan Rachow: Ha perso 170 libbre.

Weight loss success stories
MEGAN RACHOW

Rachow, che oggi ha 30 anni, ricorda con chiarezza il momento esatto in cui ha capito che la sua vita doveva cambiare radicalmente.

“Da diversi anni convivevo con l’obesità e mi sentivo svuotata fisicamente e mentalmente”, racconta la fisioterapista nella sua conversazione con CITYRYDE. “Credevo di aver preso così tanto peso che non sarei mai riuscita a smaltirlo. Poi, il 19 luglio 2014, qualcosa dentro di me è cambiato e ho deciso che non potevo continuare così”.

Vivendo a Medina, in Ohio, la routine quotidiana di Rachow comprendeva il consumo di cinque o più lattine di soda, l’assunzione di grandi porzioni di cibo e la frequentazione di drive-through.

“L’esercizio fisico sembrava impossibile; riuscivo a malapena a salire le scale del mio appartamento”, ricorda.

Determinata a cambiare, ha iniziato con piccoli passi, eliminando le bibite e concentrandosi su pasti cucinati in casa.

“I chili hanno cominciato a scomparire”, racconta con entusiasmo. “Ricordo di aver perso 9 libbre nella prima settimana. Dopo aver perso 100 chili, ho iniziato ad esplorare esercizi più impegnativi. Sono diventata affascinata dal fitness, spingendo i confini di ciò che il mio corpo poteva raggiungere. Ho fatto cose che non avrei mai immaginato possibili, come correre gare, sollevare pesi pesanti e persino completare un triathlon sprint”. Questa trasformazione non solo ha portato alla perdita di peso, ma ha anche aperto un mondo di risultati fisici entusiasmanti, dimostrando che con dedizione e perseveranza si può davvero raggiungere l’apparentemente impossibile.

32/83: Mike Bauler: Ha perso 225 libbre.

Weight loss success stories
MIKE BAULER

Nel 2010, dopo che il suocero di Bauler ebbe un attacco cardiaco potenzialmente letale, sentì un forte impulso a cambiare la propria vita. Viveva a Madison, nel Wisconsin.

“Avevo 28 anni e due bambini piccoli, Eli (2 anni) e Carson (6 mesi)”, ricorda. “Riesco ancora a immaginare tutta la nostra famiglia riunita, con lacrime e tristezza nell’aria. Quel momento mi colpì molto perché mi resi conto che avrei potuto finire io in quel letto d’ospedale”.

Poche settimane dopo, Bauler, che aveva raggiunto un peso massimo di 450 libbre, si iscrisse a una palestra vicina. All’inizio si è concentrato sull’attività fisica, ma ben presto ha rinnovato le sue abitudini alimentari. Ha fissato un limite giornaliero di 1.500 calorie e ha praticato il controllo delle porzioni per un anno intero.

Oggi, a 35 anni, Bauler fa della corsa una parte della sua routine quotidiana. Ha realizzato imprese impressionanti come il completamento di eventi Ironman e Ragnar.

“Ho perso la maggior parte del peso (200 libbre) in circa 18 mesi, ed è questo che mi fa andare avanti”, spiega. “Il mio spirito competitivo mi spinge e sono fortunato ad avere amici fantastici e il sostegno della comunità From Fat to Finish Line (FFTFL). Mi piace far parte di gruppi di allenamento e di club perché creano amicizie e mi rendono responsabile”. Sarei tentata di saltare una corsa di 10 miglia il venerdì mattina alle 5:30, ma so di avere due amici che mi aspettano e non vorrei mai deluderli”.

33/83: Katia Powell: ha eliminato 170 libbre.

Weight loss success stories
KATIA POWELL

A 26 anni, Katia Powell ha raggiunto il suo peso massimo di 350 libbre. Viveva a Boston e si era resa conto che la sua salute non era in linea con il suo sogno di diventare medico.

La lotta di Katia contro il peso è iniziata durante l’infanzia, quando mangiava soprattutto cibi elaborati e beveva poca acqua o mangiava verdure. Le cose sono peggiorate durante l’università, portando a un momento di profonda autoconsapevolezza.

“Sono entrata nel mio appartamento, mi sono guardata allo specchio e ho pensato: “Chi è?””, racconta Powell, che oggi ha 38 anni. Da allora è diventata una professionista della salute olistica e un’istruttrice di fitness, fondando la Black Girls Nutrition.

Il suo viaggio verso una salute migliore è iniziato all’YMCA locale. Lentamente ha aumentato i suoi allenamenti a 4 o 5 giorni alla settimana, dedicandovi ogni volta dai 60 ai 90 minuti. Ha anche cambiato la sua dieta, sostituendo gli snack zuccherati con frutta e verdura fresca. Nei primi sei mesi ha perso ben 100 chili e ha continuato a progredire, perdendo altri 70 chili.

Powell ha mantenuto il suo peso forma per 12 anni e ora si diverte con attività come il ciclismo, la danza e lo yoga. Se non riesce ad andare in palestra, si dedica alla corsa all’aperto, alla camminata o all’allenamento a intervalli ad alta intensità a casa. In particolare, la sua routine di esercizi include la meditazione, che si aggiunge al suo approccio olistico al benessere.

34/83: La storia di successo della perdita di peso di Sara Cloutier: Ha perso 151 libbre.

Weight loss success stories

COURTESY; PERRY HAGOPIAN

Crescendo e fino all’adolescenza, Cloutier, che oggi ha 36 anni, si è sentita spesso come se non fosse adatta a se stessa. Al liceo, il suo peso aveva raggiunto le 220 libbre e cose come lo shopping o lo sport con gli amici non erano mai veramente piacevoli per lei.

“Non riesco a ricordare una sola volta in cui non mi sono sentita la ragazza più grande del gruppo, e la cosa mi ha dato molto fastidio”, racconta candidamente Cloutier a CITYRYDE per il numero 2018 di Half Their Size. “Ero sempre la più strana”.

È stato nel 2003, dopo aver dato alla luce la sua prima figlia, una bambina, che Cloutier si è ritrovata con un peso di 301 libbre. In quel momento ha capito che era arrivato il momento di cambiare. “Non volevo che la mia vita finisse prematuramente”, spiega. “Volevo essere presente per vederla crescere e trasmetterle abitudini sane”. Con una dedizione incrollabile ad allenarsi con un trainer e a fare scelte alimentari più intelligenti, è riuscita a perdere 151 kg, un risultato che ha mantenuto anche durante la sua seconda gravidanza nel 2008.

Quando Cloutier ha deciso di riprendere la sua routine di fitness dopo il parto, si è imbattuta in Zumba e si è subito innamorata dei corsi di fitness di gruppo. Dopo appena tre settimane dalla prima lezione, è diventata un’istruttrice certificata e conduceva le sue lezioni. Nel 2013, la richiesta delle sue competenze è cresciuta a tal punto da spingerla ad aprire il suo studio di fitness, che oggi gestisce parallelamente al suo lavoro a tempo pieno.

Ora, mentre la Cloutier si prepara ad accogliere il suo terzo figlio, riconosce le sue preoccupazioni per il potenziale aumento di peso durante la gravidanza. “Mentirei se dicessi che non sono preoccupata di riprendere peso, perché ingrassare fa ancora un po’ paura, soprattutto quando lo si deve fare intenzionalmente”, ammette. Tuttavia, l’autrice sottolinea l’importanza di distinguere tra una gravidanza sana e una malsana, sottolineando la differenza significativa che questa comprensione fa.

35/83: Katie Bolden: Ha perso 150 libbre

weight loss success story
@huffnpuff2buffntough

Nel corso di un’incessante battaglia contro l’ansia e la depressione, Bolden, che oggi ha 31 anni, ha portato il fardello di 280 libbre nel momento di maggior peso, sentendosi come se il suo stato mentale fosse in rovina.

“Disprezzavo tutto di me stessa, ed è un posto difficile in cui stare”, racconta candidamente a CITYRYDE per il numero 2018 di Half Their Size.

Una svolta significativa è arrivata quando a Bolden, a 26 anni, è stata diagnosticata la sindrome dell’ovaio policistico, rivelando potenziali difficoltà nel concepire un figlio. Qualche anno dopo, nel febbraio 2013, la cecità parziale ha colpito un occhio e ha scoperto di essere affetta da sclerosi multipla.

“È stato come se si fosse accesa una scintilla dentro di me”, ricorda. “All’improvviso ho capito che stavo semplicemente esistendo, sprecando la mia vita. Era arrivato il momento di cambiare, di iniziare a vivere davvero”.

Bolden ha intrapreso un percorso di trasformazione, monitorando meticolosamente l’assunzione di cibo con MyFitnessPal e dedicandosi ad attività come il nuoto, l’escursionismo e il sollevamento pesi. In tre anni e mezzo ha raggiunto un’incredibile perdita di peso di 150 kg e ha dato il benvenuto al mondo a sua figlia. Inoltre, ha lanciato un blog di fitness e un account Instagram e i suoi successi si sono estesi fino a vincere una gara di bodybuilding.

Quando rifletto su tutti i risultati ottenuti, non posso fare a meno di chiedermi: “L’ho fatto davvero?””, confessa. “Come persona che ha combattuto contro una forte ansia, uscire e realizzare queste imprese mi dimostra quanto sono cresciuta, sia fisicamente che mentalmente”.

36/83: Morgan Root’s: Ha eliminato 128 libbre.

weight loss success story 2022

La transizione dalla carriera militare alla maternità ha avuto un impatto significativo sul corpo di Morgan Root. In soli due anni, il suo peso è passato da 145 kg a 255 kg.

“Ho provato un profondo senso di vergogna nell’assistere al cambiamento da un soldato dell’esercito dedicato a una persona che non riconoscevo”, ricorda Root, ora 35enne, mentre condivide la sua storia con CITYRYDE per il numero 2018 di Half Their Size. “Lasciare l’esercito ha coinciso con la mia gravidanza e l’assenza di strutture ha portato a un’indulgenza sfrenata. La gravidanza mi ha fatto mangiare molto più del solito”.

Non molto tempo dopo che suo figlio aveva compiuto sei mesi, questa residente di Richmond, in Georgia, si è ritrovata di nuovo incinta di sua figlia, e il peso ha continuato ad aumentare.

“Non volevo più apparire nelle foto con i miei figli. Facevo fatica a respirare, avevo problemi alle anche e sentivo dolori in tutto il corpo. Non riuscivo a camminare come avrei dovuto”.

Durante questo periodo difficile, ha preso la decisione cruciale di iscriversi a Nutrisystem, che le ha fornito la struttura di cui aveva bisogno mentre si destreggiava tra i suoi doveri di mamma. Oggi, come studentessa laureata, pesa con orgoglio 127 libbre.

Root ha anche deciso di iscriversi in palestra.

“I miei figli, che un tempo sembravano un ostacolo all’esercizio fisico o all’attribuzione di priorità a me stessa, ora ispirano tutto ciò che faccio”, conclude l’autrice, sottolineando la trasformazione positiva che ha abbracciato.

37/83: La storia di successo di Jermaine Gause sulla perdita di peso: Ha perso 303 libbre (e continua a farlo!)

weight loss success story 2022
JERMAINE GAUSE/INSTAGRAM

Con un peso eccessivo di 639 libbre, Gause era alle prese con una paura logorante: la paura della propria mortalità.

“Non sono pronto a dire addio a questo mondo”, ha confidato durante un’accorata intervista a The Doctors nell’ottobre 2016. “Date le mie attuali condizioni, sono consapevole che il mio tempo potrebbe essere limitato”.

Con la ferma determinazione di trasformare la sua vita, Gause ha fatto un passo coraggioso e si è iscritto a Live in Fitness, una comunità residenziale dedicata alla perdita di peso. In questo contesto di sostegno, ha rinnovato completamente le sue abitudini alimentari, concentrandosi su proteine magre e verdure. Allo stesso tempo, si è impegnato in una routine di esercizio fisico costante. In poco più di un anno è riuscito a perdere ben 303 chili.

“Da quando ho perso questo peso, mi sento una persona completamente diversa”, ha dichiarato felicemente Gause in una successiva apparizione a The Doctors. “Ogni mattina mi sveglio e riesco a muovermi con un nuovo senso di libertà che desideravo da tempo”.

38/83: Samantha Call’s: Ha perso 125 libbre.

weight loss success story 2022
SAMANTHA CALL

Nel 2008, Samantha Call ha dovuto affrontare un’immensa perdita: suo padre è morto per una malattia cardiaca alla giovane età di 48 anni. Questa tragedia ha colpito profondamente ed è stata aggravata dal fatto che suo padre aveva combattuto contro l’obesità.

In quel periodo, Samantha stava anche lottando con i suoi problemi di peso, arrivando a pesare circa 265 kg. Ma ciò che è rimasto veramente impresso nella sua memoria è stata una conversazione straziante con il fratello dodicenne, una conversazione che è diventata un punto di svolta nella sua vita.

“Ricorderò sempre di essermi seduta con mio fratello di 12 anni dopo la morte di papà. Mi guardò e mi disse: ‘Samantha, non voglio che tu faccia la fine di papà'”, ha raccontato Samantha, oggi 33enne, a CITYRYDE. “Mi ha spezzato il cuore, ma ha acceso un fuoco sotto di me per iniziare il mio viaggio”.

Nei primi mesi del 2009, Samantha ha trovato la strada del successo attraverso la dieta Atkins. Grazie a un’incrollabile determinazione e a un duro lavoro, ha eliminato i chili di troppo e ha raggiunto un peso sano di 132 kg nel giro di un anno e mezzo. E, cosa notevole, ha mantenuto questa perdita di peso per quasi sette anni.

Oggi trova pace e scopo nella preparazione di pasti genuini a casa, spesso con il suo fidanzato, e dedica un’ora all’esercizio fisico prima di intraprendere le sue attività quotidiane. Come orgogliosa residente di Callis, nel Maine, dichiara con sicurezza: “È diventata parte integrante della mia vita quotidiana”.

39/83: Jason Cohen: Ha perso 125 libbre.

weight loss success story 2022
RUNNER’S WORLD

Jason Cohen ha lottato per tutta la vita per mantenere un peso sano. Al momento del suo massimo peso, la bilancia segnava quasi 300 libbre.

“Ho sempre creduto che sarei stato grande per tutta la vita”, ha confidato Cohen, oggi 33enne. Ma ha deciso di prendere in mano la situazione e di eliminare i chili di troppo. Ha abbracciato attività come la corsa e il ciclismo, ha intrapreso una sfida amichevole per la perdita di peso con un caro amico e ha fatto un significativo cambiamento alimentare adottando una dieta a base vegetale.

Una delle principali fonti di motivazione per il notevole percorso di perdita di peso di Cohen è stato un gruppo di supporto privato su Facebook chiamato “Missing Chins Run Club”.

“Quando vedo gli altri membri che condividono le loro corse di 7 miglia nel gruppo Facebook, non riesco più a trovare scuse”, sottolinea la residente di Lafayette, Louisiana. “È arrivato il momento di allacciare le scarpe e di andare sul marciapiede”.

40/83: La storia di successo della perdita di peso di Jessica Beniquez: Ha perso 175 libbre.

weight loss success story 2022
JESSICA BENIQUEZ/INSTAGRAM

Jessica Beniquez, che un tempo pesava più di 320 chili, conduceva una vita per lo più sedentaria. Ammette candidamente: “Passavo le giornate a letto a guardare le serie di Netflix. Tutto ruotava intorno al cibo, al lavoro e alle mie serie”, come ha raccontato a CITYRYDE.

Stanca della sua routine “pigra”, la ventunenne ha preso la decisione di eliminare i chili di troppo nel febbraio 2016. Ha abbracciato i frullati Herbalife come parte fondamentale della sua strategia di perdita di peso e non si è più guardata indietro.

Seguendo una dieta giornaliera “rigorosa” di 1.200-1.500 calorie e iscrivendosi in palestra, Beniquez ha compiuto notevoli progressi, arrivando a perdere ben 175 chili.

Oggi, con un peso di circa 145 kg, Beniquez lavora con orgoglio alla reception della sua palestra e aspira a diventare un’istruttrice certificata. Il suo percorso è una continua ispirazione per gli altri e lo condivide su Instagram.

“Non avrei mai immaginato di essere dove sono oggi. Prima ero timida, ma ora sono piena di fiducia e di energia”, dice la residente di Spring Hill, in Florida. “In passato, mi ci volevano 20 minuti per camminare per un miglio; ora posso correre per 5 miglia in meno di 50 minuti… È davvero incredibile quello che riesco a fare”.

41/83: Laura Hyman: Ha eliminato 103 libbre.

weight loss success story 2022
LAURA HYMAN; ISAGENIX INTERNATIONAL

Il peso di Laura Hyman ha raggiunto la sbalorditiva cifra di 264 libbre perché, come dice lei stessa, si è sempre concentrata sul “prendersi cura di tutti gli altri tranne che di me stessa”, come ha condiviso con CITYRYDE. Ora, a 54 anni, è pronta a condividere il suo percorso.

Con il marito Myron al suo fianco, la coppia ha raggiunto un risultato straordinario: perdere oltre 100 chili. Il merito del loro successo va al programma Isagenix per la perdita di peso che hanno iniziato nel 2015.

“Isagenix ci ha fornito un piano strutturato per i pasti e gli spuntini”, afferma Hyman, che ora pesa circa 161 kg. La sua routine prevede di mangiare cinque volte al giorno: due frullati, due spuntini e un pasto completo. L’autrice sottolinea l’importanza della tempistica, facendo notare che il “quando” si mangia conta tanto quanto il “cosa” si mangia. Dopo cena, afferma con fermezza: “La cucina è chiusa”.

All’inizio del loro percorso di dimagrimento, la coppia ha intrapreso un programma di trasformazione del corpo di 16 settimane. Ora, la Hyman si allena con un trainer dalle 3 alle 4 volte alla settimana e ha persino raggiunto lo status di finalista nella sua sesta Isabody Challenge.

“Nutro il mio corpo e non ricorro più al cibo per motivi emotivi”, dichiara con orgoglio. “Mi sento meglio ora che a 20 anni”.

42/83: Jovana Borojevic: Ha perso 139 libbre.

weight loss success story 2022
JOVANAFIT/INSTAGRAM

Il viaggio di Jovana Borojevic ha preso una piega inaspettata quando è salita sulla bilancia. Nonostante la sua precedente soddisfazione e sicurezza nella propria pelle, la vista di un “3” che precedeva il suo peso l’ha lasciata incredula.

“Non avrei mai pensato di vedere quel ‘3’ sulla bilancia”, ha confessato la Borojevic a CITYRYDE. Il suo peso era arrivato a 304 libbre, conseguenza della sua battaglia contro la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) e la malattia del fegato grasso, esacerbata dalla sua dieta a base di fast food. Ha vissuto un momento decisivo che ha innescato una trasformazione completa.

Senza esitare, la 24enne stratega del marketing digitale ha rivisto la sua dieta, dicendo addio ai carboidrati amidacei, ai cibi raffinati, allo zucchero e alla maggior parte dei pasti confezionati. In un solo mese è riuscita a perdere quasi 20 chili. Il suo impegno non si è fermato qui: ha iniziato a frequentare con vigore la palestra, dedicandosi all’allenamento con i pesi e al cardiofitness quattro o cinque volte alla settimana.

Ora, a un anno e mezzo dal suo straordinario percorso, la Borojevic è orgogliosa di pesare 165 kg, con l’obiettivo di raggiungere il suo peso forma di circa 150 kg. Il suo messaggio è chiaro: “Non dimenticate le vittorie al di là della bilancia: come vi stanno i vestiti, come vi sentite, i problemi di salute che avete sconfitto e la felicità che avete trovato. Sono altrettanto importanti!”.

43/83: La storia di successo della perdita di peso di Allie Ruby: Ha perso 98 libbre.

weight loss success story 2022
ALLIE RUBY/INSTAGRAM

Allie Ruby aveva un obiettivo chiaro in mente: voleva perdere peso e ottenere l’agognato six-pack che aveva sempre sognato. Ai tempi dell’università si era lasciata andare a cattive abitudini alimentari, con il risultato che il suo peso aveva raggiunto la ragguardevole cifra di 225 libbre. Tuttavia, anche dopo essere riuscita a dimagrire 98 kg, si sentiva poco soddisfatta.

“Ho sempre immaginato che avere una confezione da sei fosse un traguardo importante, ma quando finalmente ci sono riuscita l’anno scorso, non è stata l’euforia che avevo previsto. Credevo che sarebbe stato uno sballo enorme, ma non è stato così”, racconta Ruby, che oggi ha 28 anni, a CITYRYDE.

Determinata a mantenersi in forma, si è dedicata al sollevamento pesi, una scelta che ha scolpito il suo corpo ma ha anche visto il suo peso aumentare di nuovo, questa volta a causa dei muscoli che sostituiscono il grasso. Quando i numeri sulla bilancia cominciarono a salire ancora una volta, si insinuò il dubbio su se stessa.

“Se vi è mai capitato di perdere una quantità significativa di peso per poi vederne un po’ di nuovo, probabilmente potete immedesimarvi nella sensazione schiacciante di tornare indietro… Credo che queste emozioni siano state ancora più dolorose di quando ero in sovrappeso”, ha condiviso Ruby su Instagram. Ha aggiunto che le pratiche di mindfulness hanno giocato un ruolo cruciale nel suo percorso. “Ho dovuto ricordare a me stessa che la trasformazione va ben oltre il fisico”.

Ora è passata dal sollevamento pesi al powerlifting, una disciplina che prevede il sollevamento di pesi più pesanti e che le ha regalato una gioia immensa.

“È un gioco completamente diverso, perché a nessuno interessa il tuo aspetto; tutto si basa sulla tua forza”, racconta Ruby a CITYRYDE. “Lo adoro assolutamente”.

44/83: Janice “JJ” Jobity: Ha perso 120 libbre.

weight loss success story 2022
FROM LEFT: COURTESY JANICE JOBITY; ARI MICHELSON

Crescendo, Jobity ha sempre condotto una vita attiva, ma le cose hanno preso una piega diversa quando ha dovuto affrontare dei maltrattamenti in una relazione. Questo l’ha portata a ricorrere al cibo come modo per affrontare la situazione.

“Ho smesso di prendermi cura di me stesso come avrei dovuto”, ha dichiarato il 36enne analista di progetti finanziari di Toronto in un’intervista a CITYRYDE. “Ero depresso. Mi sono ritirato dal mondo e il cibo è diventato il mio conforto”.

Nel 2015 ha raggiunto il suo peso massimo, 260 libbre, e ha iniziato a soffrire di forti dolori allo stomaco.

“Quando sono andata dal mio medico, mi hanno spiegato che avevo un’ulcera gastrica e che tutti quegli anni di bibite avevano avuto un impatto sullo stomaco”, ha ricordato.

Jobity ha deciso di dare priorità alla sua salute generale, sia mentale che fisica. Ha iniziato a frequentare i corsi di addestramento e ha cercato un consulente per affrontare le sue difficoltà emotive.

Le sue abitudini alimentari hanno subito una trasformazione significativa, concentrandosi su frutta, verdura e proteine magre. “Sono una grande fan dell’insalata e del pollo”, ha detto. “L’insalata e il pollo sono i miei piatti preferiti!”.

Per quanto riguarda l’esercizio fisico, Jobity dedica sei giorni alla settimana ai suoi allenamenti.

Il suo consiglio fondamentale per la perdita di peso? “Bisogna sistemare quello che succede dentro prima di poter lavorare sull’esterno. La mente gioca un ruolo fondamentale nel percorso di dimagrimento, più di ogni altra cosa. Gran parte della perdita di peso è una battaglia mentale”.

45/83: Naomi Teeter: Ha eliminato 150 libbre.

weight loss success story 2022
NAOMI TEETER

Teeter ha combattuto per tutta la vita contro i problemi di peso. A 26 anni, ha raggiunto lo sbalorditivo peso di 300 libbre sulla bilancia. Anche la sua salute ne ha risentito, con dolorosi gonfiori alle ginocchia, eruzioni di eczemi e reflusso acido notturno.

Ma è stata necessaria una visita medica per dare il via alla sua trasformazione.

Ha iniziato tenendo un diario alimentare e iscrivendosi in palestra. Oggi, a 34 anni, Teeter ha raggiunto imprese incredibili che un tempo riteneva impossibili. Ha completato diverse mezze maratone e maratone complete, ha conquistato montagne e si è persino lanciata nel paracadutismo. Tuttavia, è stata un’audace corsa di 5 km in costume che le ha permesso di abbracciare il suo corpo.

“Nella vita non capita spesso di trovare grandi gruppi di persone che ti accettano e fanno il tifo per te, indipendentemente dalla forma del tuo corpo o dalla tua prestanza fisica”, ha rivelato nella sua chiacchierata con CITYRYDE.

Per quanto riguarda la sua dieta attuale, la Teeter opta per scelte più sane, abbandonando il cibo spazzatura e tenendo d’occhio i macronutrienti.

Per quanto riguarda l’esercizio fisico, questo allenatore di strategie per la salute e la perdita di peso di Spokane, Washington, si mantiene attivo attraverso la corsa, le escursioni e le sessioni in palestra.

Il suo consiglio principale per la perdita di peso: Non stressatevi troppo su ciò che mangiate, ma tenete d’occhio le dimensioni delle porzioni. “Credo davvero che, non avendo seguito regole alimentari rigide, sono riuscita a perdere peso rapidamente”.

46/83: La storia del successo di Tara Kavanagh nella perdita di peso: Ha perso 145 libbre.

weight loss success story 2022
TARA KAVANAGH

Vi presentiamo una mamma di tre persone di Rapid City, nel Sud Dakota, che lavora in proprio. Alta 1,70 e con un’età di 35 anni, prima di avere figli aveva già superato il limite delle 200 libbre. Ma è stato durante la gravidanza che il suo peso ha raggiunto l’apice, arrivando a pesare 304 kg. Dopo la nascita del secondo figlio, ha deciso che era arrivato il momento di cambiare.

“Volevo essere una mamma attiva, giocare con i miei figli e vivere davvero la vita, non solo esistere”, ha rivelato a CITYRYDE. “Desideravo fare nuove esperienze e sentivo che il mio peso mi ostacolava”.

A differenza di alcuni suoi parenti che hanno optato per la chirurgia per la perdita di peso, la Kavanagh ha scelto una strada diversa. Si è concentrata sulla ricerca di allenamenti piacevoli e sul controllo dell’alimentazione.

Per quanto riguarda la sua dieta attuale, la Kavanagh pone l’accento sul consumo di alimenti non trasformati, non OGM e biologici, quando possibile. Inoltre, segue la regola dell’80/20 quando si tratta di mangiare. “Ogni tanto mi concedo ancora qualche sfizio!”, ha ammesso.

Per quanto riguarda la sua routine di esercizi, è una grande fan degli allenamenti di Jillian Michaels. “Ora, da persona in forma, faccio gli stessi allenamenti che facevo quando pesavo 90 chili. Aumento solo l’intensità per ottenere un allenamento da urlo!”.

Il suo consiglio principale per la perdita di peso: Trovare un allenamento che vi tenga impegnati. “Gli allenamenti di Jillian sono sempre piacevoli e non vedo l’ora di farli”.

47/83: Helen Costa-Giles: Ha perso 90 libbre.

weight loss success story 2022
GARY GILES; GERONIMO RODRIGUEZ

Helen Costa-Giles ha lottato per anni con la sfida di trovare la motivazione per perdere i chili di troppo, anche se il suo medico aveva espresso preoccupazione per i suoi 220 chili. Tuttavia, nel 2014, il suo controllo annuale le ha consegnato una cruda realtà, rivelando che le sue dimensioni la stavano portando verso problemi di salute cronici.

“I risultati dei miei esami erano fuori scala e mi hanno assolutamente terrorizzato”, racconta Costa-Giles, che all’epoca aveva 38 anni, a CITYRYDE. “In quel momento tutto è cambiato”.

Determinata a prendere in mano la situazione, ha eliminato rapidamente dalla sua dieta tutti gli alimenti elaborati e carichi di conservanti, adottando un regime alimentare pulito. In soli sei mesi, senza alcun esercizio fisico, ha perso quasi 90 chili. Poco dopo, Costa-Giles ha introdotto il sollevamento pesi nella sua routine e se ne è innamorata.

“Il mio corpo ha risposto in modo straordinario al sollevamento pesi e ho iniziato a diventare più magra”, spiega. “La bilancia non mostrava cambiamenti drastici, ma i centimetri si spostavano decisamente. Sono diventata un po’ ossessionata perché, per la prima volta nella mia vita, il mio corpo si stava allineando con i miei obiettivi”.

Oggi Costa-Giles non solo si destreggia nel suo lavoro a tempo pieno nell’industria automobilistica, ma tiene anche corsi di ginnastica gratuiti nella sua città natale, San Antonio, alle 4 del mattino, quattro giorni alla settimana.

“Sono una madre di due figli con un lavoro impegnativo”, sottolinea l’autrice. “Capisco che molte persone esitano a intraprendere il loro percorso di fitness, spesso adducendo numerose scuse. Mi piace condividere la mia storia, perché è incredibilmente relazionabile”.

48/83: Dustin LaJaunie: Ha eliminato 150 libbre.

weight loss success story 2022
RUNNER’S WORLD

Il viaggio di Dustin LaJaunie è davvero notevole. Solo cinque anni fa, il suo peso era di 425 libbre. Oggi, invece, ha perso ben 150 chili. E la parte migliore? Non ha ancora finito. L’incredibile trasformazione di Dustin è in corso e deve gran parte del suo successo al sostegno incrollabile del fratello minore, Josh LaJaunie.

Josh ha preso l’iniziativa di creare un gruppo di supporto privato su Facebook chiamato “Missing Chins Run Club”. Questo gruppo funge da rifugio sicuro dove le persone possono condividere apertamente le loro storie personali e le loro lotte, ispirandosi l’un l’altro a intraprendere il proprio viaggio per la perdita di peso. Il cameratismo all’interno di questo gruppo ricorda il profondo legame che i fratelli LaJaunie condividevano un tempo durante la caccia, ma ora la loro missione è completamente diversa.

Dustin, che ora segue una dieta a base vegetale e corre insieme al fratello, coglie magnificamente l’essenza del gruppo Missing Chins. Lo vede come una trasformazione da un raduno incentrato su abitudini malsane a uno sforzo collettivo incentrato sulla conquista e sulla celebrazione della vita. Questo cambiamento mette in evidenza l’incredibile potere dell’unità e del sostegno quando si tratta di ottenere notevoli trasformazioni della salute.

49/83: La storia di successo della perdita di peso di Marie Byrne: Ha perso 70 libbre.

weight loss success story 2022
MARIE BYRNE

Vi presentiamo una responsabile di asilo nido di 42 anni di Gloucester, Regno Unito. Ha affrontato un’impegnativa battaglia con l’alimentazione emotiva, che l’ha portata a un picco di peso di 223 libbre. Considerato il suo metro e ottanta di altezza, si trattava di un fardello non indifferente da portare. Le conseguenze sono state evidenti: la sua pressione sanguigna ha raggiunto livelli pericolosi e il suo medico ha lanciato un severo avvertimento sul rischio di infarto o ictus. Sapere che la sua famiglia aveva una storia di ictus non fece che aumentare le sue preoccupazioni, spingendola ad agire per proteggere i suoi cari.

Determinata a dare una svolta alla sua vita, ha preso il controllo della sua situazione. Ha intrapreso un percorso rigoroso di allenamenti a casa guidati da Jillian Michaels e ha praticato il controllo delle porzioni. Il risultato? Un’impressionante perdita di peso di 70 libbre. La cosa ancora più straordinaria è che la battaglia del suo compagno contro il morbo di Parkinson ha avuto un ruolo fondamentale nella sua trasformazione.

Osservando l’impegno incrollabile del suo compagno nel mantenersi attivo nonostante le sue difficoltà, ha acceso un fuoco dentro di sé. Ha iniziato a mettere in discussione tutte le scuse che aveva per non fare attività fisica e ha capito che poteva fare di meglio.

Oggi segue un approccio basato sul conteggio delle calorie, assicurandosi di dare priorità a tre pasti equilibrati ogni giorno. La sua dedizione non si ferma qui: inizia la mattina alle 5 con gli allenamenti di Jillian Michaels, dando un tono deciso al resto della giornata.

Il suo prezioso consiglio per chiunque voglia avere successo nel proprio percorso di dimagrimento è semplice: Attenersi al proprio programma di allenamento, anche in quei giorni difficili in cui la motivazione sembra scarseggiare. Perseverando nei momenti di stanchezza fisica, ha ottenuto progressi incredibili, dimostrando l’innegabile potere della forza mentale nel raggiungere i propri obiettivi di fitness.

50/83: Brittany Greenslit: Ha perso 109 libbre.

weight loss success story 2022
BRITTANY GREENSLIT

Vi presentiamo un’impiegata di 27 anni che, durante la sua prima gravidanza, si è ritrovata a pesare 236 kg. Questo era il risultato di abitudini alimentari scorrette e di uno stile di vita prevalentemente sedentario. Come se non bastasse, ha dovuto affrontare le complicazioni di un parto cesareo, che hanno scatenato sentimenti di depressione. Tuttavia, decise che era giunto il momento di cambiare.

Per risollevare il suo spirito e migliorare il suo benessere fisico e mentale, ha iniziato con semplici passeggiate, sessioni di pilates e yoga. Mentre si riprendeva, ha abbracciato con entusiasmo i DVD di allenamento di Jillian Michaels, aggrappandosi alla frase motivante: “Se non svieni, non vomiti o non muori, continua ad andare avanti!”. Anche quando si sentiva indolenzita, questo mantra la spingeva a superare gli allenamenti più impegnativi.

La sua dieta ha subito cambiamenti significativi. Si è orientata verso scelte più salutari, privilegiando frutta, verdura e proteine. Al posto del vecchio cheeseburger e delle patatine fritte quando va a cena fuori, ora opta per opzioni come l’insalata di pollo.

Residente a St. Cloud, Minnesota, questa madre di due figli si mantiene in forma con una combinazione di DVD di allenamento di Jillian Michaels e sessioni di corsa. Questo stile di vita attivo la aiuta a rimanere in pista e a sostenere i suoi progressi.

Il suo prezioso consiglio per perdere peso con successo? Affrontare le sfide a testa alta e rifiutare di tirarsi indietro. È un principio che ha innegabilmente giocato un ruolo importante nel suo percorso di trasformazione.

51/83: Alicia Steele: Passata dalla taglia 10 alla 2

weight loss success story 2022
ALICIA STEELE

L’esperta conduttrice televisiva si è accorta di essere ingrassata durante il suo percorso in menopausa. “Ero solita pensare che mettere su chili di troppo e diventare meno attivi a 50 e 60 anni, soprattutto dopo la menopausa, fosse qualcosa che non si poteva evitare”, ha dichiarato a CITYRYDE la Steele, che oggi ha 59 anni.

Il suo percorso verso la perdita di peso è iniziato quando si è ispirata a Teresa Tapp, la creatrice del Metodo T-Tapp, apparsa in un programma della PBS che la Steele conduceva. Sentendosi motivata, ha deciso di provare i DVD di allenamento di Tapp. Sorprendentemente, Steele è riuscita a perdere quattro taglie con questo programma e ha mantenuto il peso per cinque anni.

Ha anche apportato cambiamenti significativi alle sue abitudini alimentari. Steele ha rinnovato completamente la sua dieta, concentrandosi sul consumo di molti alimenti freschi e colorati per sostenere la sua salute generale.

Per quanto riguarda l’esercizio fisico, Steele segue una routine quotidiana utilizzando i DVD T-Tapp, dedicando 15-20 minuti al giorno a questo regime di fitness.

Il suo consiglio principale per la perdita di peso riguarda una pratica nota come dry brushing. Trova che questa tecnica sia utile per esfoliare, disintossicare e migliorare la circolazione, che a sua volta migliora la forma della fascia. Questo metodo semplice ma efficace ha contribuito in modo determinante ai suoi progressi nel percorso di dimagrimento.

52/83: La storia di successo della perdita di peso di Megan McGee: Ha perso 70 libbre.

weight loss success story 2022
SLIMMING WORLD

McGee ha sperimentato un aumento di peso durante una relazione malsana, che le ha fatto trascurare sia gli amici che la palestra. Tuttavia, una volta terminata la relazione, ha riconosciuto la necessità di un cambiamento, soprattutto in considerazione della sua professione nel campo della salute. “Essendo un’infermiera, volevo dare un esempio sano a me stessa”, ha detto a CITYRYDE. “Non volevo contraddire lo stile di vita sano che raccomandavo ai miei pazienti trascurando la mia salute”.

Originaria del Middlesex, in Inghilterra, questa infermiera di 26 anni ha preso il controllo della sua salute unendosi a Slimming World.

Le sue abitudini alimentari hanno subito una trasformazione significativa. Si è allontanata dal saltare i pasti e dagli spuntini continui, e ora si attiene a orari regolari per i pasti. “Continuo a gustare molti dei miei piatti preferiti, ma ho imparato a prepararli in modo più sano, utilizzando carni magre e preparando le salse da zero”.

Per quanto riguarda la forma fisica, McGee ora trova gioia nei corsi di gruppo e mantiene un programma di allenamento costante con un personal trainer.

Il suo consiglio principale per la perdita di peso è quello di abbracciare il cambiamento senza paura. “C’è così tanto da guadagnare e un’intera vita da vivere accogliendo i cambiamenti positivi”. Questa mentalità è stata la forza trainante del suo viaggio verso una vita più sana e felice.

53/83: Rebin Roy’s: Ha perso 126 libbre.

weight loss success story 2022

Roy ha parlato a CITYRYDE delle sue abitudini passate, raccontando che durante l’happy hour riusciva a mandar giù facilmente una caraffa di margaritas insieme a 20 buffalo wings. Inoltre, è stata una fumatrice accanita, che ha consumato da un pacchetto e mezzo a due pacchetti di sigarette al giorno per 14 anni.

La svolta è arrivata quando è rimasta incinta del suo primo figlio nel 2003. Ha lodevolmente smesso di fumare, ma ha continuato a seguire abitudini alimentari malsane fino a quando, dopo il parto del terzo figlio, ha dovuto affrontare problemi di salute.

Riconoscendo la necessità di un cambiamento, decise di iscriversi agli Osservatori del Peso e i risultati furono notevoli. È passata da 248 libbre a 122 libbre concentrandosi sul controllo delle porzioni.

Le abitudini alimentari di Roy si sono notevolmente trasformate. Ora preferisce consumare sei pasti più piccoli nel corso della giornata, concedendosi occasionalmente un hamburger del fast-food, ma mangiandone solo metà.

In termini di fitness, si mantiene motivata partecipando a gare di bodybuilding e mantenendo la sua dedizione alla salute e al benessere.

Un prezioso consiglio di Roy per la perdita di peso riguarda l’uso di una pentola a fuoco lento per preparare pasti sani. “È un tale risparmio di tempo”, ha osservato. “Al mattino butto un po’ di pollo nella pentola a fuoco lento e all’ora di cena è già pronto da gustare”. Questo approccio pratico ha reso il suo percorso più facile da gestire, pur mantenendo uno stile di vita sano.

54/83: Hannah Jenkins: Ha perso 107 libbre.

weight loss success story 2022
FROM LEFT: COURTESY DANA KHALAF; ARI MICHELSON

A soli 22 anni, la Jenkins ammette apertamente che la sovralimentazione era per lei un’abitudine quotidiana. Non si è trattenuta quando ha parlato con CITYRYDE, dicendo: “Era una cosa regolare. Dopo la scuola, mi sedevo con le mie sorelle a guardare la TV e divoravamo un intero pacchetto di merendine”. Lo spuntino continuava anche dopo cena, con ramen e formaggio, e con torte snack ancora più invitanti.

Ma la sua storia ha subito una svolta quando è entrata all’università. Riflettendo sul periodo trascorso a Knoxville, nel Tennessee, ha confessato: “Il punto di svolta per me è stato incontrare nuove persone e capire: ‘Wow, sono davvero a disagio'”.

Determinata a cambiare, la Jenkins ha iniziato il suo percorso di dimagrimento il giorno di Capodanno del 2013.

Oggi le sue abitudini alimentari si sono trasformate. Inizia la giornata con una colazione ricca di proteine, spesso con farina d’avena con frutta e burro di arachidi o un frullato proteico. Nel corso della giornata, si limita a proteine magre e a porzioni controllate di carboidrati, come patate dolci e riso.

L’esercizio fisico è una parte fondamentale della sua routine, con un’ora di cardio al giorno e un allenamento di forza tre volte alla settimana.

Jenkins è entusiasta di condividere il suo principale consiglio per la perdita di peso: “Mi sono affidata all’app My Fitness Pal per registrare il cibo, gli allenamenti e tenere traccia dell’assunzione di acqua”. Questo approccio pratico è stato la chiave del suo successo, aiutandola a rimanere in carreggiata e a mantenere la costanza nel suo percorso.

55/83: La storia di successo di Tanisha Washington sulla perdita di peso: Ha perso 103 libbre.

Weight loss success stories
FROM LEFT: COURTESY TANISHA WASHINGTON; ARI MICHELSON

Una mamma single di Austin, in Texas, ha affrontato una grande sfida di peso, raggiungendo il picco di 276 libbre a soli 21 anni. I problemi di peso hanno sempre fatto parte della sua vita.

Ha raccontato a CITYRYDE: “Sono sempre stata conosciuta come la ragazza più grande. Alle medie mi chiamavano addirittura ‘Twinkie’. È doloroso perché sentivo che il mio peso mi definiva”.

Durante l’università è riuscita a perdere 50 chili, ma una gravidanza inaspettata al terzo anno l’ha portata a riprendere peso. Tuttavia, dopo il parto, ha deciso di concentrarsi sulla sua salute, non solo per se stessa ma anche per il suo bambino.

Oggi segue la dieta Atkins, a basso contenuto di carboidrati e ad alto contenuto proteico, che è in linea con i suoi obiettivi di fitness.

Per quanto riguarda l’esercizio fisico, si concentra sull’allenamento della forza, che utilizza per modellare e tonificare il corpo.

Washington condivide con entusiasmo il suo principale consiglio per la perdita di peso: “Quando ho iniziato a mangiare più verdure a foglia verde e proteine, ho notato un aumento dei miei livelli di energia durante la giornata, il che ha reso il viaggio molto più facile”. Questa preziosa intuizione ha giocato un ruolo fondamentale nella sua perdita di peso e nel suo benessere generale.

56/83: Hollie Barrett: Ha eliminato 124 libbre.

Weight loss success stories
SLIMMING WORLD

Originaria del Suffolk, in Inghilterra, un’impiegata di un supermercato si è ritrovata con il suo peso massimo di 249 libbre. Sentiva che il suo peso le impediva di essere la mamma attiva e impegnata che voleva essere.

A CITYRYDE ha raccontato la sua storia: “Il mio peso sembrava un ostacolo in tutti gli aspetti della mia vita, soprattutto quando si trattava di stare al passo con i miei figli. Ricordo vividamente una volta in cui ho dovuto rincorrere mia figlia Imogen su per le scale per andare a letto, ed ero così senza fiato che non riuscivo nemmeno a leggerle la favola della buonanotte in modo corretto: mi ha davvero spezzato il cuore”.

Questa esperienza è stata un forte campanello d’allarme che ha alimentato la sua determinazione a perdere i chili di troppo. Di recente Barrett aveva visto un post su Facebook di un’amica che parlava dei risultati positivi ottenuti con il programma di dimagrimento Slimming World, che l’aveva ispirata a provare.

“È stato sorprendente scoprire che non dovevo ricorrere a misure estreme per perdere peso”, ha esclamato.

Ora, Barrett si impegna a seguire il piano di ottimizzazione alimentare di Slimming World, gustando piatti come il salmone con riso selvatico e il maiale tirato al barbecue, pur concedendosi occasionalmente un pasto fuori casa.

Per quanto riguarda la sua routine di esercizi, si mantiene attiva con una combinazione di lunghe passeggiate e jogging, che contribuiscono alla sua forma fisica generale.

Il consiglio più prezioso di Barrett per la perdita di peso è quello di trovare un piano che si adatti al proprio stile di vita e sia sostenibile. “Ero solita passare da una dieta alla moda all’altra, ma erano tutte incredibilmente rigide e difficili da seguire”. Ha ottenuto un percorso di perdita di peso più sostenibile e di successo trovando un approccio equilibrato.

57/83: Sarah Goodenough: Ha perso 158 libbre.

Weight loss success stories
FROM LEFT: COURTESY SARAH GOODENOUGH; ARI MICHELSON

Sarah Goodenough, un’infermiera che pesava 299 kg, ha affrontato momenti difficili per affrontare lo sforzo fisico, i dolori del corpo e l’asma.

In un’intervista a CITYRYDE, la 30enne ha dichiarato: “Pensavo che la vita sarebbe stata sempre così”.

La sua vita ha subito una svolta quando si è imbattuta nel libro The China Study, che promuoveva i benefici di una dieta a base vegetale. Incuriosita, ha deciso di abbandonare i latticini e la carne lavorata.

In un solo anno, grazie a questi cambiamenti alimentari, è riuscita a perdere la maggior parte dei suoi chili di troppo.

Oggi si attiene a una dieta vegana, trovandola appagante.

Per quanto riguarda la sua routine di fitness a Rochester, New York, si impegna a correre per cinque o sette miglia al giorno e a sollevare pesi.

Il suo consiglio principale per una perdita di peso efficace è quello di essere creativi con i pasti. Dice: “Seguire una dieta vegana è diventato piacevole perché provavo nuove ricette e ogni piatto offriva un gusto unico, rendendolo divertente ed eccitante”. Questo approccio fresco al cibo ha giocato un ruolo importante nella sua incredibile trasformazione.

58/83: La storia di successo della perdita di peso di Nathan e Brenda Bennett: Dimagriti di 130 e 131 libbre.

Weight loss success stories
BRENDA & NATHAN BENNETT

Nel 2014, Nathan (45) e Brenda Bennett (42), una coppia sposata, erano alle prese con problemi di peso, nonostante la loro routine attiva. Brenda ha raccontato candidamente a CITYRYDE: “A casa non davamo al mangiare sano l’attenzione che meritava e questo ostacolava i nostri sforzi per perdere peso”.

In risposta, i Bennett hanno compiuto un passo fondamentale eliminando lo zucchero e gli alimenti trasformati dai loro pasti familiari. Hanno anche adottato My Fitness Pal per monitorare meticolosamente l’assunzione di calorie e l’esercizio fisico.

Oggi la loro alimentazione si concentra sul mangiare pulito e sul controllo delle porzioni, consentendo loro di condurre una vita più sana. Per quanto riguarda l’esercizio fisico, la coppia si impegna ad allenarsi sei giorni alla settimana. Brenda ha anche detto che hanno trasformato la loro routine di fitness in una competizione amichevole per rimanere motivati.

Il consiglio più prezioso dei Bennett per la perdita di peso? Avere un partner responsabile. Brenda ha sottolineato: “Sostenersi a vicenda ed evitare le corse notturne ai minimarket per acquistare snack poco salutari è stato fondamentale. Siamo i pilastri della forza reciproca”. La loro collaborazione è stata determinante per il loro continuo successo.

59/83: Jessica Battle: Ha perso 115 libbre.

Weight loss success stories
FROM LEFT: COURTESY JESSICA BATTLE;

Cresciuta nel Delaware, Jessica Battle ha raggiunto il peso di 280 libbre all’età di 20 anni. Tuttavia, è stato solo quando suo padre è stato operato al cuore, all’età di 25 anni, che ha deciso di prendersi cura della sua salute.

“Scoprire i problemi di salute della mia famiglia è stato un vero e proprio campanello d’allarme”, ha confidato Battle, che oggi ha 30 anni, durante la conversazione con CITYRYDE. “Mi sono resa conto che anche un semplice allenamento nel mio salotto era meglio che non fare nulla, così ho preso alcuni DVD di allenamento nel mio negozio locale”.

Ha anche iniziato a tenere d’occhio le porzioni e, per non perdere il controllo, Battle ha creato un account Instagram, @join_jessica_xo.

Per quanto riguarda la sua dieta odierna, Battle si concentra principalmente su verdura, frutta e proteine. Tiene traccia dell’apporto giornaliero di proteine, grassi e carboidrati.

Per quanto riguarda la sua routine di esercizi, Battle si affida a DVD di allenamento con i pesi che può eseguire comodamente da casa.

Il suo consiglio più prezioso per la perdita di peso è quello di fare cambiamenti graduali. “Invece di divorare un’intera pizza surgelata, ho iniziato con una sola fetta. Mi sono subito resa conto che immergermi in una dieta rigorosa fatta solo di verdura, frutta e proteine magre non sarebbe stato subito sostenibile”. Questo approccio graduale si è rivelato più efficace per i suoi progressi a lungo termine.

60/83: Karyl Mullins: Ha eliminato 100 libbre.

Weight loss success stories
COURTESY KARYL MULLINS; ARI MICHELSON

Mullins, toelettatrice di cani di 38 anni, si è ritrovata a ingrassare di ben 100 chili dopo essere tornata nella sua città natale, Lexington, Kentucky. L’innegabile attrazione della cucina del sud durante le riunioni di famiglia si è rivelata troppo difficile da resistere.

All’età di 34 anni, il suo mondo ha subito una svolta quando ha ricevuto una diagnosi di diabete di tipo 2, colesterolo alto e pressione alta. Non si trattava più solo di lei, ma del benessere della sua famiglia.

“Non potevo sopportare il pensiero di abbandonare la mia famiglia”, ha confidato Mullins a CITYRYDE. Così ha preso la ferma decisione di cambiare le cose e si è iscritta a Weight Watchers per prendersi cura della sua salute.

Le sue abitudini alimentari hanno subito una notevole trasformazione: le porzioni più piccole sono diventate la nuova norma per rientrare nelle linee guida degli Osservatori del Peso.

Per quanto riguarda l’esercizio fisico, Mullins si dedica ora a lezioni di kickboxing, dimostrando il suo impegno incrollabile per uno stile di vita attivo. È notevole che abbia persino conquistato una maratona, a testimonianza della sua inflessibile determinazione.

Mullins ha un consiglio semplice ma efficace da dare a chi è impegnato in un percorso di dimagrimento: “Porto sempre con me dei misurini pieghevoli in borsa; mi aiutano a non perdere il controllo”. Questo approccio pratico ha svolto un ruolo fondamentale nel suo percorso di gestione del peso.

61/83: La storia del successo di Gillian Faith nella perdita di peso: Dimagrita di 110 libbre.

weight loss success story 2020
COURTESY GILLIAN FAITH; ARI MICHELSON

Faith è una mamma casalinga di 41 anni, originaria della Columbia Britannica. È sincera su come ha perso interesse per il suo corpo dopo essere diventata mamma a 21 anni. Quando è arrivato il suo secondo figlio, Faith pesava 220 kg e ha ammesso apertamente le sue lotte contro la dipendenza dal cibo.

La sua vita ha subito una svolta significativa dopo la terza gravidanza e il successivo divorzio. Per Faith è diventato chiaro che doveva riprendere il controllo del suo peso. Tuttavia, il suo percorso non è stato privo di difficoltà, e l’ha condotta nel pericoloso territorio dell’anoressia e della bulimia. Fortunatamente, nel 2013, si è imbattuta nel bodybuilding, un momento cruciale che ha cambiato la sua vita in meglio.

Secondo Faith, “il bodybuilding mi è servito per affrontare le mie paure”, come ha raccontato a CITYRYDE. Grazie a questo impegno, è riuscita a liberarsi dalle catene delle sue lotte passate.

Per quanto riguarda la sua dieta, Faith ha scelto consapevolmente di stare lontana da tutto ciò che è “in scatola”. Ha anche optato per un approccio più naturale e salutare, eliminando glutine, latticini e soia.

La dedizione di Faith all’esercizio fisico è davvero encomiabile. Si attiene a una routine di allenamento costante, dedicando un’ora di esercizio sei giorni alla settimana: un elemento chiave del suo percorso.

Il suo consiglio per la perdita di peso è tanto pratico quanto unico: “Non limitatevi a una sola direzione sul tapis roulant! Io faccio delle corse all’indietro e delle camminate laterali in pendenza. Questo approccio fa miracoli per i miei tendini del ginocchio e i glutei”. Il suo approccio innovativo riflette la sua determinazione a mantenere la sua routine di fitness coinvolgente ed efficace.

62/83: Rebecca Grafton: Ha perso 104 libbre.

weight loss success story
@mygirlishwhims

Vi presentiamo una venditrice di assicurazioni di 25 anni il cui peso è arrivato a 246 kg grazie a un’inclinazione per i dolci durante un semestre in Francia. Anche dopo l’università, il suo amore per i prodotti da forno è rimasto. Il punto di svolta? Un viaggio in Giamaica nel gennaio 2013, che l’ha spinta a eliminare i chili di troppo e a sentirsi sicura in costume da bagno.

“Non ho perso tempo”, ha raccontato a CITYRYDE. “Ho utilizzato l’applicazione My Fitness Pal sul mio telefono, impostando i miei obiettivi di perdita di peso e il ritmo. Mi ha dato un obiettivo calorico e l’ho rispettato diligentemente. In sostanza, ho dovuto reimparare a cucinare”.

Da allora le sue abitudini alimentari si sono trasformate. Si concentra sull’assunzione di una quantità sufficiente di proteine, tenendo sotto controllo i carboidrati e concedendosi del vino nei fine settimana.

L’esercizio fisico è ormai un punto fermo quotidiano nella sua vita, un mix di cardio e allenamento con i pesi. Il suo compagno di allenamento preferito? Il fidato StairMaster, un elemento fondamentale del suo percorso.

Condividendo i suoi preziosi consigli per la perdita di peso, sottolinea l’importanza di un impegno costante: “Non pensate nemmeno di arrendervi. Se il fine settimana è il vostro punto debole, impegnatevi ad allenarvi il lunedì mattina per iniziare la settimana”. Questo saggio consiglio evidenzia la sua incrollabile determinazione nel mantenere uno stile di vita sano.

63/83: Mackenzie Walker: Ha perso 102 libbre.

Alex Perrineau

COURTESY MACKENZIE WALKER; ARI MICHELSON

Questa è la storia di una sedicenne di Windsor, Ontario, che aveva un rapporto difficile con il cibo. Era solita iniziare la giornata con la pizza e ingurgitava ben 15 lattine di bibite gassate al giorno, con un picco di peso pari a 223 kg. Ma le cose sono cambiate quando suo padre si è sottoposto a un intervento di bypass gastrico. Questo l’ha ispirata a rimodellare le sue abitudini alimentari per adattarle ai suoi pasti più piccoli.

Instagram ha avuto un ruolo importante nel suo percorso di dimagrimento. Si è imbattuta in alcuni consigli cruciali, rendendosi conto che aveva bisogno di più proteine e che sollevare pesi era fondamentale per costruire i muscoli. Così ha iniziato il suo libro di memorie autopubblicato e ora offre coaching online per la perdita di peso ad altri che vogliono trasformare la loro vita.

Oggi tiene sotto controllo l’assunzione di proteine, grassi e carboidrati. Sorprendentemente, le piace ancora la soda dietetica perché la aiuta a controllare le sue voglie.

L’allenamento per la forza è una parte importante della sua routine di fitness per rimanere in forma e mantenere i muscoli tonici.

Il suo miglior consiglio per perdere peso è semplice ma efficace: “Non avere paura di chiedere aiuto”. Ha acquisito preziose conoscenze semplicemente parlando con gli altri frequentatori della palestra e interagendo con le persone sui social media. Questo dimostra quanto sia importante imparare da chi sta facendo lo stesso percorso e condividere le conoscenze per avere successo.

64/83: La storia di successo della perdita di peso di Jana Roller: Ha perso 135 libbre.

JANA ROLLER
JANA ROLLER/INSTAGRAM; RAMIREZ CREATIVE

Vi presentiamo una fotografa professionista di 29 anni che, al momento del suo massimo peso, ha raggiunto le 307 libbre. Ma un momento che ha cambiato la sua vita l’ha spinta a intraprendere un percorso di dimagrimento.

Ha raccontato la sua svolta: “Ero al parco con mio figlio”, come ha raccontato a CITYRYDE. “È scappato via da me e ha rischiato di finire contro un’auto perché non sono riuscita a prenderlo. Questo mi ha scosso nel profondo. Ho capito: ‘Questo deve cambiare, subito'”.

Forte di questo incidente, la Roller si è avventurata nel bodybuilding, dedicando due anni di sforzi incessanti per prepararsi alla sua prima gara. Il suo regime prevedeva allenamenti alle 5 del mattino e un impegno costante nel seguire un piano alimentare meticoloso.

Guardando indietro ai suoi progressi, ha osservato: “Quando esamino le mie foto di gara, posso vedere i passi avanti che ho fatto e allo stesso tempo individuare le aree da migliorare per raggiungere i miei obiettivi di gara”. La Roller ha sottolineato l’aspetto straordinario del bodybuilding, in cui gli individui hanno l’opportunità di plasmare e modellare se stessi, trasformandosi nelle persone che hanno sempre immaginato.

Questa storia di trasformazione sottolinea l’importanza di cogliere i momenti cruciali per un cambiamento positivo e il profondo impatto che il bodybuilding può avere sulla salute fisica, sull’autoimprenditorialità e sulla realizzazione personale.

65/83: Jeanine McDonald’s: Ha perso 77 libbre.

Jeanine McDonald

La mamma di quattro figli, 39 anni, è caduta in abitudini alimentari malsane dopo aver avuto dei bambini.

“Ero solita cucinare gli stessi piatti per i miei ragazzi”, racconta Jeanine a CITYRYDE. “Ma con un lavoro a tempo pieno e quattro figli, non riuscivo a concentrarmi su una cucina sana”.

Un giorno, uno dei suoi figli ha osservato: “Mamma, sei davvero grassa”. La cosa la colpì molto e decise che era arrivato il momento di cambiare.

Nelle serate con la babysitter va in palestra, mentre nelle altre serate si allena a casa dopo aver messo a letto i figli.

“Quando ho iniziato ad andare in palestra, ho fatto una promessa a me stessa”, ha detto. “Se non sono sana e felice, non lo saranno nemmeno i miei figli”.

Questa storia riflette le sfide che molti genitori impegnati devono affrontare per mantenersi in salute, ma dimostra che la consapevolezza dell’importanza del benessere personale può determinare un cambiamento positivo. Ci ricorda che bilanciare le esigenze della vita e dare priorità alla salute è fondamentale, anche con un’agenda frenetica.

66/83: Tim Kaufman: Ha eliminato 200 libbre.

weight loss success story 2021
RUNNER’S WORLD

La vita di Tim Kaufman ha subito una svolta notevole quando ha abbracciato una dieta vegana e ha iniziato a correre. Non si è trattato solo di un cambiamento, ma di un cambiamento di vita. Ha lottato contro l’obesità, arrivando a pesare più di 400 kg. Ma con una determinazione incrollabile, è riuscito a perdere ben 200 chili.

Ora non è solo più leggero sulla bilancia, ma fa anche parte di una comunità affiatata che chiama affettuosamente “Missing Chins Run Club”. Questo gruppo, nascosto su Facebook, è un luogo speciale. Qui i membri condividono i loro percorsi di dimagrimento, parlano dei loro ostacoli e si sostengono a vicenda con un sostegno incrollabile.

Kaufman non ha potuto nascondere la sua eccitazione: “Vedere nuovi volti unirsi al nostro gruppo mi scalda il cuore. Ci ricorda le lotte che abbiamo affrontato e i progressi che abbiamo fatto insieme”.

67/83: Alex Perrineau: Ha perso 142 libbre.

Alex Perrineau 2020
COURTESY GILLIAN FAITH; ARI MICHELSON

Una studentessa di 22 anni di Los Angeles ha affrontato una volta il suo peso massimo, 310 libbre. Ha lottato contro l’alimentazione emotiva, ricorrendo spesso al fast food, e ha sopportato le prese in giro a scuola a causa del suo peso.

“Sapevo che non potevo continuare a vivere così”, ha confidato a CITYRYDE. Questa consapevolezza l’ha spinta a fare un passo importante: ha deciso di provare Jenny Craig, alla ricerca di una trasformazione che durasse nel tempo.

Oggi, i suoi pasti quotidiani si basano su Jenny Craig e prevedono colazione, pranzo e cena, con spuntini salutari nel mezzo per mantenere l’equilibrio. La sua routine di fitness comprende sei allenamenti settimanali, con particolare attenzione alla corsa per il cardiofitness.

Una lezione preziosa del suo percorso è: “Non impegnarsi in qualcosa che sembra un peso”. Apprezza Jenny Craig perché elimina le preoccupazioni legate alla pianificazione dei pasti, sottolineando l’importanza di trovare ciò che funziona veramente per voi.

L’esperienza di Perrineau evidenzia la necessità di trovare un approccio sostenibile che si adatti alle preferenze e alle esigenze individuali, garantendo un percorso di perdita di peso duraturo e di successo.

68/83: Erika Cockrell: Ha eliminato 167 libbre.

Erika Cockrell 2020
DENNIS COCKRELL; RANDI BEREZ

A 30 anni, Cockrell era alle prese con problemi di peso che la tormentavano fin dalle scuole superiori. Si è rivolta al cibo come modo per affrontare le turbolenze emotive derivanti dal divorzio dei genitori e dai problemi del suo stesso matrimonio.

Il suo peso ha raggiunto le 309 libbre e ha deciso di cambiare vita. Ha adottato un approccio pratico, utilizzando My Fitness Pal per monitorare meticolosamente l’assunzione di cibo.

“Credo fermamente nella ricerca di ciò che funziona per voi”, ha dichiarato Cockrell a CITYRYDE durante la rubrica Half Their Size 2017. “Per me si è arrivati alla semplice idea delle calorie introdotte rispetto a quelle eliminate. È quel momento ‘aha’ in cui ti rendi conto: ‘Posso farcela’”.

Il viaggio di Cockrell evidenzia l’importanza di trovare un approccio che si adatti alla propria situazione, una consapevolezza che può essere davvero trasformativa. Riconoscendo ciò che funzionava meglio per lei, ha sfruttato il potere del monitoraggio e della responsabilità, ottenendo progressi significativi nel suo percorso verso una vita più sana.

69/83: La storia di successo della perdita di peso di Joanne Raymond: Dimagrita di 133 libbre.

COURTESY JOANNE 2020
JOANNE RAYMOND; RANDI BEREZ

Vi presentiamo Raymond, che ha 49 anni. Ha affrontato una grande sfida: perdere 100 libbre – due volte! Ma poi ha preso la forte decisione di mantenere il peso per sempre.

Raymond lavora come agente immobiliare ad Allentown, in Pennsylvania. Si è resa conto che i suoi continui problemi di peso stavano compromettendo la sua autostima e la sua salute. Nel 2013 le cose sono peggiorate: ha iniziato a sentirsi spesso male, ad avere continui mal di testa, problemi a dormire e ginocchia dolorose. Il medico le disse che tutto era dovuto al suo peso.

Al momento del suo massimo peso, Raymond pesava 249 libbre. Fu allora che decise di cambiare completamente le sue abitudini alimentari. Ha abbandonato la pasta normale per delle salutari zucchine a spirale e ha sostituito il grasso take away cinese con piatti fatti in casa come pollo e broccoli.

Ora, mentre si avvicina ai 50 anni a maggio, la Raymond ha dichiarato con orgoglio a CITYRYDE nella sua rubrica Half Their Size del 2017 di essere nella migliore forma della sua vita adulta. La storia di Raymond dimostra come attenersi a scelte salutari possa trasformare la propria vita, dimostrando che non è mai troppo tardi per fare un vero cambiamento.

70/83: Christina Jordan: Ha eliminato 134 libbre.

COURTESY CHRISTINA 2020
CHRISTINA JORDAN; RANDI BEREZ

Quando Jordan compì 34 anni, accadde qualcosa di significativo. Le fu chiesto di lasciare una giostra di Disneyland perché non riusciva ad allacciare saldamente la cintura di sicurezza.

“Ho deciso di approfondire il tema della nutrizione olistica”, racconta la madre di tre figli. “Ho scelto di smettere di essere ossessionata dalla magrezza e ho iniziato a concentrarmi sul mio benessere generale, andando dove il mio corpo mi portava naturalmente”.

Al momento del suo massimo peso, Jordan pesava 271 libbre. Ha iniziato una routine di cinque-sei pasti bilanciati al giorno. Ogni pasto comprendeva proteine magre, carboidrati complessi e grassi sani.

“Ho capito che diventando la versione migliore di me stessa, avrei potuto essere la migliore mamma e la migliore compagna”, ha detto. Il suo viaggio verso il miglioramento di sé e della propria salute sottolinea l’importanza di anteporre la salute all’aspetto esteriore. Dimostra che essere fedeli a se stessi e trovare un equilibrio sono i risultati più appaganti.

71/83: Diana Anguh: Ha eliminato 140 libbre.

DIANA ANGUH 2021
COURTESY DIANA ANGUH; RANDI BEREZ

Anguh ha avuto la sua parte di difficoltà a causa del suo amore per i fast food, che l’ha portata a pesare ben 275 kg durante gli anni del liceo.

In una candida intervista rilasciata a CITYRYDE nel 2017, l’executive chef oggi 24enne ha rivelato: “Ero solito avere un appuntamento segreto con un’intera scatola di pizza, divorandola sotto il mio letto, sperando che nessuno scoprisse il mio piacere colpevole”.

Ma poi qualcosa è scattato. Anguh si è trovata senza un accompagnatore per il ballo di fine anno e questo è stato il punto di svolta. Ha deciso di prendere in mano la situazione, letteralmente, andando in palestra ogni giorno. Ha anche scelto di iniziare a cucinare i suoi pasti, liberandosi dall’infinito ciclo di indulgenza del fast-food.

Tutto il duro lavoro è stato ripagato. Dopo 16 mesi di incessante dedizione, ha raggiunto il suo obiettivo di peso di 135 libbre.

La mia vita ha subito una trasformazione notevole – ora ho una nuova fiducia in me stessa mentre inseguo i miei sogni”. Questa trasformazione, nata dalla pura determinazione e dalla ricerca del miglioramento personale, illustra chiaramente il profondo impatto che scelte più sane possono avere sul benessere generale di una persona.

72/83: La storia di successo della perdita di peso di Lindita Halimi: Dimagrita di 130 libbre.

LINDITA HALIMI 2023
LINDITA HALIMI; RANDI BEREZ

Halimi, che oggi ha 27 anni, è cresciuta nel Kosovo devastato dalla guerra. La vita era dura e spesso non sapeva da dove sarebbe arrivato il suo prossimo pasto. Quando la guerra è finalmente finita, ha trovato conforto nel cibo, divorando pizze intere e interi barattoli di Nutella.

Tra i 17 e i 20 anni, il suo peso raggiunse le 250 libbre, rendendola un facile bersaglio per i bulli. I compagni di classe la deridevano, chiamandola crudelmente “elefante”. Ma un giorno, su un autobus, uno sconosciuto la scambiò per una donna incinta. È stato un doloroso campanello d’allarme che ha spinto Halimi a capire che doveva smaltire quei chili di troppo.

Nella sua ricerca di una salute migliore, l’ex concorrente di American Idol si è rivolta a Google per trovare consigli per la perdita di peso. Si è anche imbattuta in utili tutorial di cucina su YouTube, che le hanno mostrato come preparare pasti nutrienti. Questo viaggio, nato dalle avversità e dalla ricerca di una vita più sana, sottolinea l’incredibile potere della determinazione e la ricchezza di informazioni disponibili nella nostra era digitale.

73/83: Ashley O’Reilly: Ha eliminato 135 libbre.

RANDI BEREZ 2022
RANDI BEREZ

L’aumento di peso di O’Reilly è iniziato a 16 anni, quando ha preso la patente di guida, e ha portato a frequenti visite ai fast food e a un percorso di due anni che ha visto il suo peso salire a 250 libbre.

La svolta avvenne durante il secondo anno di università, quando un’amica si rifiutò di sedersi accanto a lei in classe. A quel punto O’Reilly ha capito che era arrivato il momento di cambiare. Decise di provare Nutrisystem, abbinandolo a un regolare esercizio fisico, e il risultato fu sorprendente: perse ben 135 chili.

Nell’ultimo numero di Half Their Size, la studentessa di infermieristica ha dichiarato: “Ora sono molto più in salute, ma il cambiamento più grande è la sicurezza che provo”. Ho acquisito un livello di sicurezza in me stessa che non avevo mai avuto prima”. Questa trasformazione, guidata dalla cura di sé e dal desiderio di migliorare il proprio benessere, sottolinea il notevole impatto dei cambiamenti positivi nello stile di vita.

74/83: Adrienne Osuna: Diminuito di 2 libbre (e guadagnato muscoli!)

ADRIENNE OSUNA 2023
ADRIENNE OSUNA/INSTAGRAM

L’esperienza di Osuna testimonia l’idea che le trasformazioni fisiche non dipendono sempre dal numero che vediamo sulla bilancia.

In una conversazione con CITYRYDE, la fotografa di Santa Maria, California, ha sottolineato: “Le donne dovrebbero giudicare come si sentono e come appaiono. Liberarsi dalla bilancia può essere incredibilmente stimolante!”.

Con un peso precedente di 182 libbre e un peso attuale di 180 libbre, la routine di Osuna si basa sul sollevamento pesi, che pratica quattro volte alla settimana, e su due giorni di allenamento cardio. Pratica anche il digiuno intermittente, che consiste nel non mangiare tra le 19.00 e le 11.00 per sei giorni alla settimana, a parte un caffè mattutino con panna.

Ha spiegato: “Alla fine ho deciso di spostare l’attenzione dal mio peso a ciò che il mio corpo può fare. Questo cambiamento di mentalità è stato fondamentale nel mio percorso verso una salute migliore”.

75/83: La storia del successo di Michael Lachowicz nella perdita di peso: Ha perso 194 libbre.

lose 2023
REBECCA KUSSMANN; ROBIN SUBAR PHOTOGRAPHY

L’esperto chef si è trovato di fronte a ben 432 chili sulla bilancia, risultato di abitudini poco salutari che si sono sommate.

In una candida intervista rilasciata a CITYRYDE per la rubrica Half Their Size del 2017, Lachowicz, oggi 46enne, ha confessato apertamente: “La mia lotta riguardava cibo, alcol e droghe. Era tutto intrecciato. Le droghe e l’alcol abbassavano le mie inibizioni, portando a mangiare in modo eccessivo”.

L’aver compiuto un passo significativo verso la riabilitazione e la sobrietà ha giocato un ruolo fondamentale nel suo percorso di dimagrimento. Oggi Lachowicz segue una routine di allenamento di sei giorni alla settimana e mantiene un apporto calorico giornaliero tra le 1.800 e le 1.900 calorie.

76/83: Justin Lacy: Ha eliminato 290 libbre.

lose it 2023
RUNNER’S WORLD

Justin Lacy, 32 anni, residente a Dexter, nel Missouri, si è svegliato quando sua madre ha avuto un ictus tre anni fa. Ha capito che era stato troppo egocentrico. Si è reso conto che un giorno la sua famiglia avrebbe potuto riunirsi in lacrime intorno al suo letto d’ospedale se non avesse cambiato.

Justin ha quindi intrapreso un viaggio di trasformazione. È passato a una dieta a base vegetale e ha abbracciato la bicicletta e la corsa, perdendo gradualmente ben 290 chili. Ma non si trattava solo di perdere chili: ha trovato sostegno e cameratismo nel “Missing Chins Run Club”, un gruppo privato su Facebook in cui le persone condividevano le proprie storie e sfide di perdita di peso, creando un senso di appartenenza.

Oggi Justin si concentra sulla preparazione alla maratona, riversando la sua determinazione in sessioni di allenamento dedicate. La sua incredibile trasformazione ci ricorda il potere del cambiamento personale e l’importanza della famiglia e della comunità.

77/83: Kim Carter Martinez: Ha eliminato 170 libbre.

KIM CARTER MARTINEZ 2023
KIM CARTER MARTINEZ/INSTAGRAM

Carter Martinez, un’impiegata sindacale di 41 anni di Oakland, California, ha affrontato una sfida difficile quando ha raggiunto il suo peso massimo di 344 libbre. Il peso e la continua lotta contro l’artrite le rendevano difficile muoversi liberamente. Aveva bisogno di perdere 50 chili per poter essere sottoposta a un intervento di sostituzione del ginocchio per alleviare i disturbi legati all’artrite.

Carter ha iniziato il suo percorso con quelli che ha definito “piccoli aggiustamenti”. Ha iniziato saltando Starbucks e cucinando più pasti a casa. Con il tempo, è passata a una dieta paleo e ha iniziato a seguire i video di allenamento di Richard Simmons nel suo garage, per poi andare in palestra tutti i giorni.

Ripensando alla sua trasformazione, ha detto a CITYRYDE: “La vita era piuttosto difficile. Spesso dovevo rifiutare gli inviti sociali a causa della mia mobilità limitata. Ma ora posso scegliere attivamente ciò che voglio fare e partecipare effettivamente a quelle attività”.

Il viaggio di Carter Martinez mostra l’incredibile impatto dei cambiamenti graduali e della determinazione incrollabile, evidenziando la libertà e le scelte ritrovate di cui ora gode.

78/83: La storia di successo della perdita di peso di Jennifer Ginley: Ha perso 135 libbre.

Jennifer Ginley 2023

Quando Ginley ha compiuto 26 anni, non ha potuto fare a meno di sentirsi in imbarazzo per il suo peso. Questo l’ha fatta esitare quando il suo fidanzato le ha chiesto di sposarlo, temendo che sarebbe stata una sposa in sovrappeso.

Nel maggio 2015, Ginley, sua madre e sua sorella hanno deciso di aderire al programma di dimagrimento britannico Slimming World (ora disponibile anche negli Stati Uniti). Ha adottato un approccio semplice, preparando pasti sani in anticipo. Grazie ai suoi sforzi costanti, è passata da 270 libbre a 135 libbre.

Ripensando al suo percorso, ha condiviso con gioia con CITYRYDE: “Poco più di un anno dopo essermi iscritta, ho raggiunto il mio peso forma. E poi, poco prima di Natale, il mio ragazzo Luke mi ha chiesto di sposarlo agli Harry Potter Studios di Londra (sono una grande fan di Harry Potter)!”. La gioia di aver detto “Sì!” senza preoccuparsi del suo peso l’ha riempita di meraviglia. Ora non vede l’ora di fare shopping per il suo abito da sposa.

La storia di Ginley mostra l’incredibile potere della determinazione e di una comunità di supporto. Ci ricorda come possa fare una profonda differenza nell’affrontare i grandi momenti della vita con fiducia ed entusiasmo.

79/83: Alexa Saddington: Ha eliminato 85 libbre.

ALEXA SADDINGTON 2022
ALEXA SADDINGTON

A 34 anni, Saddington ha raggiunto la perdita di peso grazie al Cambridge Weight Plan. Questo programma prevede l’affiancamento di un consulente che crea piani pasto personalizzati con piatti comodi e salutari.

Parlando a CITYRYDE del suo percorso, Saddington ha detto: “La mia vita è cambiata completamente”. Ha sostituito sidro alcolico, patatine, dolci e cibo da asporto con alternative nutrienti.

La Saddington, che lavora come assistente amministrativa nel Regno Unito, inizialmente pesava 242 libbre, il suo peso più elevato in assoluto. Oltre a modificare la sua dieta, ha aggiunto tre sessioni di allenamento settimanali. Alla fine del 2015, è riuscita a perdere 85 libbre.

Riflettendo sulla sua trasformazione, ha detto: “Mi sento una persona completamente diversa”. In precedenza, il pensiero di visitare Ibiza sembrava fuori portata a causa della scarsa fiducia in se stessa e della sensazione di non adattarsi. Tuttavia, ora ha prenotato un viaggio di una settimana a Ibiza con la sorella, segnando una tappa importante nel suo percorso di dimagrimento.

La storia di Saddington sottolinea il profondo impatto di scelte determinate e di una rinnovata autostima, che aprono le porte a nuove esperienze con entusiasmo e fiducia.

80/83: Emily Powers: Ha eliminato 120 libbre.

LOSE IT 2020
LOSE IT!

Powers, 24 anni, è stata ispirata a mettersi in salute per i suoi tre figli.

“I miei figli meritavano di meglio”, ha detto l’operatrice dell’asilo nido mentre parlava con CITYRYDE, ricordando il periodo in cui pesava 273 kg. Ha ricordato quanto fosse difficile portarli a fare una passeggiata e come spesso si ritrovasse seduta su una panchina al parco, a guardare invece di giocare con loro.

Per cambiare le cose, Powers ha iniziato a usare l’applicazione Lose It! L’ha aiutata a tenere sotto controllo ciò che mangiava e a rispettare i suoi obiettivi. Ha modificato la sua dieta per includere più carni magre e verdure e si è impegnata ad allenarsi tre volte alla settimana.

Powers è stata felice di constatare che i suoi figli ora ricevevano più spesso risposte positive da lei. Prima il suo peso le impediva di partecipare alle uscite attive al parco e di giocare con i suoi figli come voleva. Ma ora queste limitazioni non ci sono più e lei può dedicarsi pienamente a questi momenti preziosi.

La storia di Powers dimostra come il controllo della propria salute possa avere un grande impatto. Le ha dato la libertà di essere un genitore attivo e di godere appieno della vita quotidiana.

81/83: La storia di successo della perdita di peso di Peggy Pullen: Dimagrita di 80 libbre.

PEGGY PULLEN 2020
PEGGY PULLEN

A 48 anni, l’aumento di peso di Pullen è iniziato a causa di problemi di salute dopo la prima gravidanza. Ma una svolta significativa è arrivata quando un ragazzino in una piscina locale l’ha chiamata ippopotamo davanti alla sua famiglia. Questo incidente offensivo ha acceso una forte determinazione a iniziare un percorso di dimagrimento.

Ha raccontato l’esperienza a CITYRYDE: “È successo proprio davanti ai miei figli. È stata davvero dura. Ho pianto molto quando sono tornata a casa. Ma mi ha fatto capire che i bambini imparano dalle tue azioni più che dalle tue parole. È questo che mi ha fatto andare avanti”.

Ispirata dal leggendario Arnold Schwarzenegger, la Pullen ha deciso di dedicarsi al bodybuilding come percorso di trasformazione. Ha spiegato: “Ho iniziato a immergermi nei suoi discorsi motivazionali e a seguire le sue routine di allenamento. Si è rivelato incredibilmente utile, soprattutto quando mi sentivo sopraffatta e dubitavo di me stessa”.

Oggi Pullen si dedica all’allenamento sei giorni alla settimana e dice: “Quest’anno, a 49 anni, sento di sembrare molto più giovane. È come aver scoperto il segreto per rimanere giovani!”.

La storia di Pullen è un potente promemoria di come la determinazione e i modelli di riferimento possano avere un impatto significativo sul viaggio verso una vita più sana e soddisfacente, dimostrando che un cambiamento positivo è possibile anche di fronte alle sfide.

82/83: Katie Hug: Ha perso 130 libbre.

lose it 2020
KATIE HUG; JOE JASZEWSKI

Nel 2012, Hug ha raggiunto il suo peso massimo di 270 libbre. È stato un campanello d’allarme quando il medico l’ha classificata come obesa patologica, rendendosi conto che la sua salute era in serio pericolo.

Per apportare cambiamenti positivi, Hug, che oggi ha 34 anni, ha iniziato a monitorare l’assunzione di cibo, prestando molta attenzione a zuccheri, grassi e carboidrati. Ma la trasformazione più significativa nella sua vita è avvenuta quando ha scoperto il suo amore per il fitness.

Ripensandoci, ha detto a CITYRYDE: “Quando ero più pesante, l’esercizio fisico non mi dava alcuna gioia, mi sembrava un lavoro di routine”.

Oggi la sua routine prevede allenamenti cardio cinque giorni alla settimana e allenamenti di forza per due o tre giorni. È anche diventata personal trainer certificata e condivide le sue conoscenze sul fitness tenendo corsi di ginnastica.

Descrivendo la sua nuova prospettiva, ha detto: “L’esercizio fisico mi ha fatto conoscere i benefici della serotonina e della dopamina, cosa che non avevo sperimentato prima. L’ho usato per gestire lo stress, l’ansia e la depressione. Questo cambiamento è stato davvero profondo”.

La storia di Hug evidenzia l’incredibile potere di trovare gioia nell’attività fisica. Dimostra come questo viaggio possa evolvere in uno strumento per gestire le sfide emotive e, in ultima analisi, portare a una vita più sana e soddisfacente.

Leggi anche :

You cannot copy content of this page