Skip to Content

Recensioni e storie di utenti di Metformina: La Metformina fa perdere peso?

Recensioni e storie di utenti di Metformina: La Metformina fa perdere peso?

La metformina, un farmaco che i medici di solito somministrano alle persone con diabete di tipo 2, ultimamente è diventata molto popolare per aiutare le persone a perdere peso, anche se non è ufficialmente destinata a questo scopo. Molte persone si rivolgono a me con domande al riguardo, chiedendomi se ho sentito parlare di come la metformina abbia aiutato altri a perdere peso.

Ecco come funziona: La metformina aiuta a ridurre i livelli di zucchero nel sangue inducendo il fegato a produrre meno zucchero e facendo funzionare meglio l’insulina. Questo la rende utile per le persone con diabete di tipo 2 e PCOS. Alcuni studi suggeriscono che potrebbe anche aiutare a perdere peso o a mantenere il peso perduto, motivo per cui le persone sono molto interessate a questo farmaco. Ma è importante sapere che non è stato ufficialmente approvato dalla FDA come farmaco per la perdita di peso.

Metformin weight loss success stories

La metformina è nota con il nome commerciale di Glucophage e può essere assunta sotto forma di pillole o di liquidi. Le persone che la assumono per il diabete di tipo 2 hanno notato che può aiutare anche a perdere peso. Ma le prove non sono chiarissime, quindi gli scienziati stanno ancora indagando.

Ora, se state usando la metformina per perdere peso e non avete il diabete di tipo 2 o la PCOS, la metformina agisce comunque nel vostro corpo più o meno nello stesso modo in cui agisce per le persone con diabete. Aiuta l’organismo a utilizzare meglio gli zuccheri facendo funzionare meglio l’insulina, il che può aiutare a perdere peso.

La metformina fa perdere peso?

La metformina ha un interessante effetto collaterale: può far diminuire la fame. Questo potrebbe essere un motivo importante per cui aiuta a perdere peso. Quando si assume la metformina, si può sentire meno fame e si può mangiare meno senza nemmeno accorgersene.

Ma c’è un problema. La metformina può avere anche effetti non proprio piacevoli, come la diarrea e il mal di pancia. Per fortuna, questi effetti collaterali di solito non durano a lungo e possono persino aiutarvi a perdere qualche chilo all’inizio.

how to lose fat

Perdita di peso rapida con la metformina?

Alcuni studi hanno dimostrato che la metformina può aiutare a perdere peso, ma non è una soluzione rapida per l’obesità. Quando la metformina aiuta a perdere peso, di solito ciò avviene lentamente, nell’arco di diversi mesi o addirittura anni. La situazione è diversa per ognuno e fattori come il modo in cui si vive, il tipo di alimentazione e l’attività fisica possono fare la differenza.

Da un punto di vista medico, la metformina è ufficialmente approvata solo per il trattamento del diabete di tipo 2. Ma c’è una curiosità: a volte i medici la usano off-label per aiutare le persone a perdere peso e ad affrontare la PCOS.

Come invertire la resistenza all’insulina

L’aggiunta di metformina alla vostra routine in caso di insulino-resistenza può davvero migliorare i risultati dei vostri allenamenti. Non solo aiuta a bruciare più calorie durante l’esercizio, ma rende anche il corpo più reattivo all’insulina. Quindi, se vi siete impegnati a fondo con l’esercizio fisico e la dieta, ma i chili di troppo non accennano a diminuire, il colpevole potrebbe essere l’insulino-resistenza.

Quando si soffre di insulino-resistenza, i muscoli non reagiscono bene all’insulina e quindi non riescono a utilizzare correttamente gli zuccheri a scopo energetico. Questo può farvi sentire stanchi. Sorprendentemente, le calorie assunte non forniscono ai muscoli l’energia di cui hanno bisogno, ma finiscono per essere immagazzinate sotto forma di grasso, soprattutto intorno alla pancia, perché il grasso si accumula rapidamente.

L’insulino-resistenza è piuttosto comune tra le persone con chili di troppo o obese. Se il vostro girovita misura più di 40 pollici (per gli uomini) o 35 pollici (per le donne), è probabile che abbiate a che fare con l’insulino-resistenza.

E indovinate un po’? La resistenza all’insulina tende a manifestarsi maggiormente con l’avanzare dell’età. Quindi, diventa più difficile mantenere un peso sano quando si raggiunge la mezza età. Con il tempo, il grasso inizia ad accumularsi nei muscoli, a differenza dei giovani attivi che di solito non hanno questo problema.

Se da adulti si diventa meno attivi, si inizia ad accumulare più grasso inutilizzato. Questo lento accumulo può portare alla sindrome metabolica, che rende ancora più difficile perdere grasso.

Come utilizzare la metformina per la perdita di peso

how to lose fat

La metformina non può essere acquistata in negozio, ma deve essere prescritta dal medico. Di solito si inizia con la dose più bassa per evitare eventuali effetti collaterali.

Prima di pensare di usare la metformina per aiutare la perdita di peso, è molto importante stabilire un piano alimentare sano con il vostro esperto di perdita di peso. La metformina può far diminuire la fame, rendendo più facile attenersi alla dieta. Ma non dimenticate di mangiare abbastanza cose buone e di bere molta acqua.

Semplificare la spesa e la preparazione dei pasti può aiutarvi a rispettare il vostro programma alimentare. Significa che non dovete pensarci continuamente.

Come ogni farmaco, anche la metformina ha i suoi effetti collaterali. È quindi molto importante parlare con il proprio medico di tutti i pro e i contro prima di iniziare a prenderla.

Storie di successo di Metformina per la sindrome di insulino-resistenza

Con un punteggio medio di 7,4 su 10 basato su un totale cumulativo di 57 recensioni, la metformina è comunemente usata off-label per affrontare la sindrome da insulino-resistenza. Tra queste recensioni, il 61% ha espresso un’esperienza favorevole, mentre il 18% ha espresso un giudizio meno positivo.

Nota: la fonte di tutte queste recensioni (che abbiamo riformulato senza modificare l’esperienza e la valutazione degli utenti) è Drugs.com (visitate il loro sito per verificare le loro recensioni con le loro stesse parole).

La storia di Catniss con Metformina: Assunta da 1 a 6 mesi || 7 settembre 2022

“Da tempo ho a che fare con la PCOS e con la minaccia incombente di un cancro vicino all’ovaio sinistro. L’idea di ammalarmi di diabete di tipo II mi perseguita da 15 anni, il che mi disorienta non poco se si considera che non consumo quasi mai zucchero a causa delle mie numerose allergie. Il mio medico mi ha consigliato la metformina. Le cose sono andate bene per circa due mesi… finché non ho notato la caduta di alcuni capelli. È stata una vera lotta per fermarla, anche se lo Spiro mi ha dato un po’ di sollievo. Sebbene sia riuscita a perdere un chilo e mezzo, questo compensa a malapena la perdita di capelli. Poiché non sono una grande fan dell’assunzione di farmaci, sto tornando alle origini e adottando una routine che comprende vari organi bovini essiccati come ovaie, fegato e reni. Ho anche iniziato a prendere una serie di integratori e a mangiare esclusivamente fegato crudo acquistato direttamente dal macellaio. Sorprendentemente, questo approccio mi ha fatto sentire meglio”.

La storia di Anakar con la metformina: assunta per meno di 1 mese || 3 giugno 2023

“All’inizio del 2020 ho deciso di provare questo farmaco per affrontare la mia insulino-resistenza. Purtroppo il mio corpo non ha reagito bene. Dopo aver assunto una sola compressa da 850 mg, ho iniziato ad avere attacchi d’ansia e a lottare contro l’insonnia ogni notte. Sembrava che avesse effetti sulle mie ovaie e che potesse alterare i miei livelli di estrogeni e progesterone, il che non era il massimo data la mia età (ero in perimenopausa). Ho scelto di smettere di usarlo e ho optato per un altro farmaco, che alla fine mi ha aiutato a superare il problema”.

La storia di Grate con Metformina || 23 febbraio 2020

“Dopo essermi sottoposta a un test del glucosio di 2 ore, ho scoperto di avere una resistenza all’insulina. Il mio medico mi ha suggerito Glucophage, una prescrizione su cui all’inizio avevo delle riserve. Ho lottato con un’intensa ansia e occasionali attacchi di depressione. Tuttavia, questo farmaco ha portato a un cambiamento notevole. La nube scura della depressione, dell’ansia e della nebbia mentale si è dissolta. Sorprendentemente, non ho sperimentato alcun effetto collaterale negativo. Questo ha segnato davvero una svolta nella mia vita. Nonostante avessi cercato per anni aiuto da diversi psichiatri, nessuno era riuscito ad alleviare la mia ansia. Sono entusiasta di poter dire che sono guarita. Per la prima volta in 15 anni, sono libero dalle grinfie dell’ansia e della depressione”.

La storia di CoolM con la metformina || 15 marzo 2015

“Che cambiamento di gioco! Ho iniziato a prendere 500 mg di metformina una volta al giorno, insieme a una dieta a basso contenuto di carboidrati (circa 7 porzioni al giorno), quando pesavo 375 libbre. Ho mantenuto il mio impegno e ho visto risultati incredibili: ho perso 60 kg in soli 60 giorni. Ho anche aggiunto un’ora di cardio giornaliero (Zumba), che ho continuato a seguire. Nei due anni successivi, la mia perdita di peso ha raggiunto l’impressionante cifra di 150 kg.

Ogni effetto collaterale della metformina è stato per me un chiaro segnale: stavo consumando troppi carboidrati. Sembra quasi un controsenso che un medico prescriva la metformina senza raccomandare una dieta a basso contenuto di carboidrati. Sono rimasto sorpreso dal numero di persone con cui ho parlato che hanno affrontato questa situazione nel corso degli anni. Diarrea, nausea e sapore metallico: questi sintomi indicano in realtà una dieta scorretta. Non sono motivi per rinunciare al farmaco, ma sono la prova che un approccio a basso contenuto di carboidrati è essenziale.

Dopo 7 anni, sono ancora riuscito a mantenere una perdita di peso di 100 libbre. Sto addirittura pensando di aumentare la dose per mantenere lo slancio nel mio percorso di perdita di peso”.

La storia di QueenQ con la metformina || 12 settembre 2019

“Con una nuova energia, ho notato che la mia pelle, i miei capelli e le mie unghie hanno assunto una qualità impeccabile. Il mio umore ha avuto un notevole impulso, facendomi sentire più attraente e persino un po’ accattivante. Ho attirato l’attenzione delle persone ai semafori: è piuttosto divertente! Sorprendentemente, la mia voglia di dolci si è attenuata e i morsi della fame a tarda notte sono scomparsi. Mi ritrovo a mangiare solo la metà delle mie porzioni abituali e mi sento completamente soddisfatta dopo pochi bocconi. Non ci sono mal di testa o vertigini da segnalare, ma solo un piacevole senso di benessere per lo stomaco. È interessante notare che ho sviluppato una sete consistente, il che è positivo, dato che ora bevo 1,5 litri di acqua, un aumento significativo rispetto ai 500 ml precedenti. L’aspetto gonfio della mia pancia si è notevolmente ridotto. Metformina, hai conquistato il mio cuore <3”.

La storia di Jill con Metformina: assunta per meno di 1 mese || 9 novembre 2020

“Sto assumendo metformina da 5 giorni per affrontare la mia resistenza all’insulina e, sorprendentemente, non ho ancora sperimentato alcun effetto collaterale. Stranamente, il mio stato emotivo ha preso una piega notevolmente positiva: potrebbe essere un miglioramento dell’umore? Ricordo le mie esperienze passate con gli SSRI, che non sono mai state all’altezza di questo livello di benessere. Onestamente, il mio stato d’animo è stato estremamente positivo e l’ansia che prima mi preoccupava non è più presente”.

La storia di Vrh con Metformina: assunta per meno di 1 mese || 14 marzo 2021

“Ho appena iniziato a prendere questo nuovo farmaco. Al momento sto assumendo 1000 mg di IR al giorno. Sorprendentemente, non ho avuto nessuno di quei fastidiosi effetti collaterali di cui molti altri hanno parlato. Ho avuto qualche occasionale e lieve crampo allo stomaco e brevi momenti di nausea, ma non durano più di 10 minuti al giorno. L’aspetto interessante è che il mio appetito è notevolmente diminuito. Inoltre, ho notato una riduzione degli sbalzi d’umore, il che è un piacevole cambiamento. Sono sinceramente fiduciosa che questo possa essere utile nel mio percorso di dimagrimento! Non mancherò di aggiornarvi sui miei progressi nel prossimo mese o due”.

La storia di Dani con Metformina || Assunta da 1 a 6 mesi || 4 giugno 2020

“Salve, vorrei condividere il mio percorso. Sto affrontando una malattia mentale e i farmaci che sto assumendo mi hanno portato a un leggero aumento di peso. Ero titubante nel cambiare il mio trattamento per la salute mentale per paura di avere dei contraccolpi. Per farla breve, qualche mese fa mi è stata prescritta la metformina. All’epoca pesavo 98,2 kg e ora sono scesa a 93,5 kg. Sono sinceramente entusiasta della perdita di peso. Ho ridotto consapevolmente il consumo di cibi poco sani e ho inserito nella mia dieta più frutta e insalata. Inoltre, la metformina è stata di grande aiuto nel frenare le mie voglie notturne. Sono ottimista sulla possibilità di fare ulteriori progressi, ma solo il tempo potrà rivelare il risultato completo”.

La storia di Steve con la metformina 6 settembre 2014

“La vita di mio marito ha preso una strada diversa quando gli è stata diagnosticata la sindrome metabolica. Il nostro medico di famiglia era rimasto perplesso sui suoi sintomi per mesi, e lui aveva lottato con la stanchezza e la tristezza. Poi è intervenuto l’endocrinologo che gli ha consigliato quattro dosi giornaliere di metformina, dopo che avevamo pensato che si trattasse di ipotiroidismo. Aveva accumulato un bel po’ di grasso sulla pancia e, alla sua altezza di 1 metro e 80 centimetri, pesare 207 chili non era salutare.

Ma in un solo mese, dopo aver assunto la metformina e aver fatto uno sforzo consapevole per ridurre i carboidrati nella sua dieta, ha miracolosamente perso ben 20 chili. È stato incredibile assistere alla trasformazione del suo benessere generale. I suoi livelli di energia sono aumentati e il grasso ostinato della pancia continua a sciogliersi. Affidarmi all’esperienza dell’endocrinologo si è rivelata una saggia decisione e sono certa che tra qualche mese riavrò il mio marito snello e in salute”.

La storia di Ashly con la metformina 30 marzo 2015

“È passato circa un mese e mezzo da quando ho iniziato a prendere la Metformina e, con mia grande sorpresa, sono riuscita a perdere circa 12 chili. Devo dire che è piuttosto eccitante, perché i miei precedenti tentativi di contare le calorie e di provare diverse diete non mi hanno mai dato risultati così impressionanti. Ora devo fare i conti con alcuni crampi allo stomaco, occasionali attacchi di diarrea e un po’ di vertigini, ma non sono troppo fastidiosi. Il mio medico mi ha dato un dosaggio di 500 mg due volte al giorno.

Ma ciò che mi stupisce davvero è quanto questo farmaco abbia migliorato il mio benessere generale. Mi sento abbastanza bene, i miei livelli di energia sono in aumento e la voglia costante di dolci e caffeina è diminuita in modo significativo. Tutto sommato, sono molto colpito dagli effetti, e gli darei un dieci perfetto”.

La storia di Hannah con la metformina 9 gennaio 2017

“Quando ho iniziato a prendere questo farmaco, è stato un viaggio piuttosto difficile. Ho sofferto di stanchezza estrema, crampi allo stomaco, movimenti intestinali irregolari e ho persino avuto alcuni episodi di vomito di sangue. È stata dura, ma ho deciso di ridurre il dosaggio pur continuando a seguire il farmaco e i risultati sono stati davvero sorprendenti. Dopo aver affrontato queste sfide per circa tre settimane, ho iniziato a sentirmi di nuovo me stessa e ho notato che stavo perdendo peso. In effetti, sono riuscita a perdere un totale di 25 chili, semplicemente mantenendo una dieta sana. Mi aiuta a frenare l’appetito, ma non in modo così dannoso. Al momento assumo 500 mg due volte al giorno. Vale sicuramente la pena di provare questo farmaco, perché spesso ci vogliono alcuni mesi per vederne i pieni effetti”.

La storia di Aonghus con la metformina: assunta da 1 a 6 mesi || 27 maggio 2020

“Negli ultimi vent’anni ho avuto a che fare con un basso livello di testosterone, con l’ipertensione e con il peso in eccesso, che era arrivato a pesare ben 291 chili. Il mio percorso con la metformina è iniziato a metà gennaio e ho aumentato gradualmente il dosaggio giornaliero a 2000 mg. Ora, se andiamo avanti fino a oggi, 27 maggio 2020, sono assolutamente entusiasta di dirvi che ho perso ben 53 chili. Inoltre, questo farmaco ha ridotto il mio appetito di oltre la metà. È interessante notare che la mia pressione arteriosa sta diminuendo costantemente, al punto che il mio farmaco deve essere modificato. La gioia della mountain bike, una passione perduta da tempo, è rientrata nella mia vita e, nel complesso, sto godendo di un fantastico stato di benessere. Sebbene abbia riscontrato alcuni effetti collaterali minori, non hanno rappresentato un grosso ostacolo.

È sempre più chiaro che molti dei miei problemi erano legati all’insulino-resistenza. Consiglio vivamente di fare le vostre ricerche e di parlarne con il vostro medico. Da quello che ho scoperto durante la mia esplorazione online, il raggiungimento di una perdita di peso così significativa è piuttosto insolito”.

La storia di un texano con la metformina || 1 aprile 2012

“Il mio viaggio con la metformina è iniziato quando il mio endocrinologo mi ha diagnosticato la sindrome metabolica. Il mio medico di base mi aveva indirizzato a causa di preoccupazioni relative al prediabete, e i miei livelli di trigliceridi erano alle stelle (3500)!

Avevo già apportato alcune modifiche alla mia dieta, controllando le calorie e scegliendo cibi migliori, il che mi ha aiutato a perdere un po’ di peso. Ma quando la Metformina è entrata in gioco, è stata come una magia. I miei trigliceridi si sono ridotti di un incredibile 90%, passando da 3500 a soli 350. E il peso? Beh, ha iniziato a sciogliersi costantemente. In circa quattro mesi sono riuscita a perdere ben 42 chili, passando da 220 a 178 chili.

La cosa davvero notevole è che continuavo a lottare con l’alcol, bevendo dalle 7 alle 10 birre ogni sera, ognuna delle quali conteneva 99 calorie, per un totale di 750-1000 calorie ogni sera”.

La storia di Lilly con la metformina: assunta per meno di 1 mese || 26 gennaio 2014

“Il mio viaggio con Glucophage (metformina) è durato due settimane e mezzo, nel tentativo di gestire l’insulino-resistenza dovuta alla sindrome dell’ovaio policistico. All’inizio ho accusato nausea e diarrea per i primi due giorni. Ma al terzo o quarto giorno questi spiacevoli effetti collaterali erano già scomparsi. Sorprendentemente, il farmaco ha iniziato a funzionare abbastanza rapidamente: ho notato che stavo perdendo rapidamente chili e il mio ciclo mestruale è tornato regolare. L’aspetto più interessante è che già nella prima settimana la mia pelle ha iniziato a migliorare.

Il Glucophage sembra aiutare a risolvere molti degli aspetti difficili della PCOS. Ho ancora bisogno di tempo per capire quanto stia funzionando, ma per ora mi sembra un po’ un miracolo. Inoltre, vale la pena notare che quando lo prendo con il cibo, gli effetti collaterali sono appena percettibili”.

La storia di Chrissy con Metformina: assunta per meno di 1 mese || 13 marzo 2020

“Ok, sono nella zona prediabetica e sto prendendo la metformina da quattro giorni. Finora le cose stanno migliorando. Ho notato che ho più energia e il mio appetito è diminuito un po’. Spero che questo continui perché sto cercando di perdere peso. In passato avevo problemi di picchi di insulina durante il giorno, che mi facevano venire fame e voglia di cibi amidacei, soprattutto la sera. Attenermi alla dieta era difficile. Ma ora, con la metformina, penso meno spesso al cibo. È come se fossi più attento a ciò che mangio”.

La storia di Kell-E con la metformina: assunta per meno di 1 mese || 26 febbraio 2023

“Dopo aver rinunciato a consultare un medico per molti anni, ho notato che nel corso di dieci anni stavo lentamente aumentando di peso, anche se mangiavo in modo abbastanza sano. Ho pensato che potesse essere a causa della menopausa e dello stress. Alla fine sono andata dal medico perché soffrivo di ansia. Mi hanno fatto degli esami e i risultati sono stati sorprendenti. Mi dissero che ero “obesa”, il mio A1C era 6,4 e i miei livelli di glucosio erano a 100 (subito dopo un pasto). Il medico mi ha dato una dose di 500 mg da prendere a cena.

Stranamente, non ho cambiato le mie abitudini alimentari, che erano già piuttosto sane. Ma è successo qualcosa di inaspettato. In soli 10 giorni ho perso 3 chili! All’inizio ho avuto un po’ di vertigini notturne e ho avuto delle feci molli intorno al terzo giorno. Ma a parte questi piccoli inconvenienti, mi sono sentita abbastanza bene. Vi aggiornerò dopo il mio prossimo controllo dell’A1C, a maggio”.

La storia di Berq con la metformina: assunta da 1 a 6 mesi || 3 marzo 2019

“Prendo la metformina da circa un mese. Nei primi due giorni ho avuto un forte mal di testa, ma niente di più. Quando ho iniziato a prendere la metformina, pesavo 102 kg, ma ora sono sceso a 94 kg. È stato un bel viaggio da quando mi è stata diagnosticata l’insulino-resistenza. Ho apportato alcuni cambiamenti significativi: ho eliminato dalla mia dieta l’alcol, lo zucchero e il lattosio e ho iniziato a frequentare più regolarmente la palestra.

Il mio endocrinologo mi ha anche consigliato di assumere integratori di vitamina D e di vitamina B12, che credo abbiano contribuito al miglioramento della mia salute. La cosa migliore è che non ho sperimentato alcun effetto collaterale della metformina. Posso dire onestamente che non mi sono mai sentita così felice e in salute in tutta la mia vita”.

La storia di Vjm con la metformina || 28 luglio 2013

“Mi è stata prescritta la metformina perché dovevo perdere peso e avevo il pre-diabete. Il mio medico era piuttosto determinato ad affrontarlo in modo aggressivo. Avevo anche un po’ di ipoglicemia. Ho preso fedelmente il farmaco per circa due mesi, ma alla fine ho smesso perché mi lasciava uno strano sapore metallico in bocca che non riuscivo a sopportare.

Da circa un mese avverto tremori, debolezza, stanchezza e un senso generale di spegnimento, soprattutto quando ho fame o dopo i pasti (a volte la glicemia si abbassa troppo dopo aver mangiato). Stamattina ho pensato che forse avrei dovuto provare di nuovo la metformina, così ho preso una pillola a colazione. Non so se una sola pillola possa fare una tale differenza, ma nel giro di un’ora mi sono sentita meglio di quanto non mi sentissi da mesi. La sensazione di tremolio e debolezza è scomparsa completamente e avevo più energia di quanta ne avessi da molto tempo”.

La storia di Tdl con la metformina || 3 agosto 2011

“Negli ultimi cinque anni ho assunto questo farmaco senza mai sbagliare. I miei livelli di insulina si sono abbassati con successo, ma non hanno ancora raggiunto la normalità. Una nota positiva è che sono riuscita a perdere ben 75 chili e che i miei cicli mestruali sono tornati al loro solito andamento. C’è stato un periodo in cui sono stata quasi un anno intero senza mestruazioni.

Oltre a soffrire di problemi di insulina, lotto anche con l’ipotiroidismo. Credo che i cambiamenti positivi che ho riscontrato siano da attribuire a questa combinazione di trattamenti. La mia routine quotidiana prevede l’assunzione di due pillole da 500 mg, due volte al giorno. È fondamentale che le prenda con un pasto, altrimenti rischio di sentirmi male”.

La storia di Sheerla con la metformina || 15 maggio 2009

“La metformina ha fatto davvero la differenza nella gestione della mia insulino-resistenza. All’inizio ho sperimentato alcuni effetti collaterali come gas, diarrea e persino un odore sgradevole dell’alito, ma fortunatamente sono migliorati con il passare del tempo. Consiglio vivamente Metformina a chiunque abbia a che fare con problemi legati agli zuccheri!”.

La storia di JP35 con la metformina: assunta da 6 mesi a 1 anno || 17 giugno 2017

“Di solito sono piuttosto cauto quando si tratta di provare nuovi farmaci. Tuttavia, circa sei mesi fa, ho iniziato a prendere la metformina per risolvere il problema della mia ridotta tolleranza al glucosio – la cosa migliore è che non costa nulla nella mia farmacia locale. L’impatto che ha avuto sul mio benessere generale è stato davvero notevole!

Un cambiamento notevole è che la metformina ha contribuito a frenare il mio appetito, motivandomi ad adottare una routine alimentare molto più sana. Di conseguenza, sono riuscita a perdere 15 chili. È importante riconoscere che questa trasformazione è il risultato di una combinazione di fattori: metformina, scelte alimentari più sane e aumento dell’attività fisica.

Ho anche sperimentato un cambiamento positivo nella frequenza delle mie emicranie, che prima erano piuttosto fastidiose. Anche questo miglioramento può essere attribuito a una combinazione di farmaci e all’adozione di uno stile di vita più sano”.

La storia di Anahe con la metformina 2 novembre 2013

“Secondo la credenza comune, la metformina avrebbe l’interessante effetto di aumentare la fertilità. Sorprendentemente, ho avuto un’esperienza simile. Per circa una settimana i miei ormoni sono andati in tilt, ma ora le cose si sono sistemate e mi sento abbastanza bene. Ho aumentato gradualmente il dosaggio, in modo lento e costante. Ho iniziato con una pillola da 500 mg al giorno per una settimana, poi ho aggiunto altri 500 mg per altri sette giorni e così via, fino a raggiungere un totale di quattro pillole al giorno.

Ciò che ho trovato affascinante è che, anche senza usare il lantus, i miei valori di glicemia erano notevolmente più bassi. Tuttavia, non erano ancora abbastanza bassi da farmi prendere in considerazione la possibilità di interrompere del tutto il lantus. È interessante notare che quando mi affidavo esclusivamente a Lantus, il mio umore generale non era molto positivo. Ma da quando ho iniziato la metformina, il mio stato emotivo ha subito una notevole svolta in positivo. Il mio umore è migliorato in modo significativo e sono diventata una persona sensibilmente più felice.

Sebbene il breve attacco di diarrea sia stato una fase passeggera, è ricomparso brevemente quando ho aumentato il dosaggio. Ma ora mi sono abituato alle pillole e i miei movimenti intestinali sono tornati regolari”.

La storia di SashaQ con Metformina: assunta per meno di 1 mese || 31 gennaio 2016

“Circa tre settimane fa ho iniziato a prendere 1000 mg di metformina al giorno. Li ho suddivisi in 500 mg a colazione e altri 500 mg a cena. Quasi subito mi sono sentita più sveglia ed energica e ho anche iniziato a notare una leggera riduzione del mio peso. Nelle prime due settimane ho apprezzato l’assenza di effetti collaterali spiacevoli: è stata un’esperienza davvero piacevole!

Tuttavia, man mano che il farmaco si integra nel mio sistema, ho avuto attacchi di nausea intensa e vertigini. Per far fronte a questi episodi, bevo molta acqua e mangio proteine, il che sembra aiutarmi. Fortunatamente, questi episodi si attenuano di solito nel giro di un’ora o poco più. Spero che questi effetti collaterali finiscano per scomparire man mano che il mio corpo si adatta. Nonostante queste sfide occasionali, sono molto grata per l’impatto positivo che Metformin ha avuto su di me!”.

La storia di FishNet con la metformina: assunta da 1 a 6 mesi || 11 novembre 2016

“Circa cinque settimane fa, il mio medico mi ha prescritto la Metformina, una dose da 500 mg da assumere due volte al giorno, per aiutarmi a combattere l’insulino-resistenza. In un solo mese sono riuscita a perdere 15 chili (anche se ho ancora molta strada da fare, circa 85 chili in più). L’aspetto più evidente è l’aumento dei miei livelli di energia, che mi ha permesso di essere più attiva nella mia vita quotidiana e di iniziare a fare esercizio fisico. È un bel cambiamento rispetto a come mi sentivo prima, sempre alle prese con dolori e stanchezza.

Voglio sottolineare che ho seguito una dieta rigorosa, evitando i carboidrati e mantenendo basso l’apporto di grassi e calorie. Quindi, anche se la metformina può aver fatto la sua parte, non posso dire che sia l’unica responsabile dei miei progressi. Vale la pena ricordare che questa è la mia prima esperienza con i farmaci per il diabete di tipo II, quindi non posso fare paragoni con alternative come Invokana. Tuttavia, sono abbastanza soddisfatto degli effetti della Metformina.

È importante capire che non si tratta di una soluzione magica per la perdita di peso; ho dovuto apportare cambiamenti significativi alle mie abitudini alimentari e ai miei livelli di attività, oltre a prendere il farmaco”.

La storia di Nodoc con Metformina: assunta per meno di 1 mese || 26 luglio 2020

“Dopo aver subito un aborto spontaneo, ho notato un improvviso aumento di peso di 5-7 kg in pochi giorni. Nonostante la dieta rigorosa e l’esercizio fisico regolare, i miei sforzi hanno portato solo a una piccola diminuzione di 1 o 2 kg per diverse settimane, seguita da un altro brusco aumento di 5-7 kg. Questo ciclo è continuato, facendo aumentare gradualmente il mio peso. I medici mi consigliavano sempre di seguire una dieta e di fare esercizio fisico, ma io ero anche alle prese con sintomi come lo stomaco duro, il gonfiore persistente e il gonfiore alle mani e ai piedi, al punto che indossare le scarpe era scomodo. Alla fine il medico mi ha prescritto la Metformina.

È interessante notare che, pur non avendo apportato modifiche significative alla mia dieta o alla mia routine di esercizio fisico, sono riuscita a perdere 4,4 kg in soli 12 giorni dall’inizio della Metformina. Mi è stato detto che il mio aborto spontaneo potrebbe aver innescato un picco di insulina. È importante ricordare che sono in sovrappeso e che in precedenza avevo perso oltre 60 kg con un processo lento e costante, anche se spesso mi sembrava una battaglia in salita con ricompense minime. Voglio sottolineare che non sono diabetico; i miei livelli di zucchero nel sangue rimangono nella norma. Queste circostanze sono piuttosto sconcertanti. Ha qualche idea o pensiero su questa situazione?”.

La storia di Glasgow con la metformina: assunta per 10 anni o più || 26 aprile 2015

“Per oltre 25 anni ho fatto affidamento sugli antidepressivi per aiutarmi ad affrontare la situazione. Ero arrivata ad accettarlo quando mi è stata diagnosticata una resistenza all’insulina. Fortunatamente, un medico premuroso mi ha suggerito una dose giornaliera di 1.500 mg di metformina. Con mia grande sorpresa, questo ha alleviato i miei sintomi, che alla fine sono stati collegati all’emocromatosi ereditaria. E tutto questo è successo quando avevo 66 anni”.

La storia di Ren con la metformina 6 ottobre 2019

“Da quasi due anni assumo la dose più alta di Metformina, anche se non sono diabetica e il mio IMC rientra nell’intervallo “normale” per una giovane donna. Il mio endocrinologo mi ha diagnosticato un “prediabete” e con la Metformina sono riuscita a rimanere sotto la soglia del diabete. Abituarsi a questo farmaco è stato un po’ difficile; ricordo che le prime settimane sono state dure, con forti crampi, nausea, gas, feci molli e persino mal di schiena. Mentre le feci molli continuano, gli altri sintomi sono per lo più migliorati. Nonostante questi effetti collaterali non proprio eccezionali, la metformina mi ha davvero aiutato a mantenere il mio peso (che stranamente stava salendo) e a frenare le mie voglie. Sto pensando di parlarne con il mio medico per ridurre il dosaggio, perché ho notato che influisce sulla mia tolleranza all’alcol e ad altri farmaci”.

Nota: il contenuto precedente è solo a scopo informativo. I risultati varieranno da un individuo all’altro. Puoi provare la metformina a tuo rischio e pericolo. Si prega di consultare sempre il proprio medico prima di iniziare qualsiasi tipo di trattamento.

Leggi anche :

You cannot copy content of this page