Skip to Content

Magnus Bäckstedt al ritorno a Peloton come DS

Magnus Bäckstedt al ritorno a Peloton come DS

Magnus Backstedt ha ricevuto offerte da direttore sportivo per il 2023, da diverse squadre del gruppo femminile o maschile. Tuttavia, l’ex professionista svedese sapeva di voler essere coinvolto nelle corse femminili.

Backstedt è stato nominato nell’ottobre 2022 direttore sportivo principale del team Canyon-SRAM. Spera di aiutarli a rimettersi in carreggiata e vincere più competizioni. Prenderà le redini come direttore sportivo per la prima volta in quasi un decennio.

Backstedt desiderava essere coinvolto nel ciclismo femminile, poiché entrambe le sue figlie fanno ora parte delle squadre del WorldTeam.

Backstedt ha spiegato a  CityRyde  che gli è stata offerta l’opportunità di lavorare anche con un team di uomini. Alla fine, ha scelto di schierarsi dalla parte femminile di questo sport. Ci sono molte ragioni per cui questo è successo. Per me è stata l’eccitazione per dove si trova ora il ciclismo femminile e per come sarà nei prossimi anni. Volevo anche essere parte del plasmare lo sport man mano che diventa un media mainstream.

“Non vedo davvero l’ora di farne parte e mi è sembrato praticamente di fare un altro passo nel mondo di cui facevo parte prima.”

Backstedt è stato in precedenza un team manager e un direttore sportivo dopo aver ricoperto la stessa posizione con alcune squadre nazionali britanniche prima di passare alla telecronaca nel 2013. Da allora, è stato un importante co-commentatore di Eurosport.

La sua decisione di allontanarsi dal trambusto di lavorare con l’auto del team era pianificata. Backstedt voleva essere lì per le sue due figlie (Zoe ed Elynor), appassionate di corse.

Ora che Zoe, che ha vinto il titolo di cronometro junior e corsa su strada ai Campionati del mondo su strada UCI 2021, si iscrive a EF Education-TIBCO-SVB ed Elynor si è già unita a Trek-Segafredo, Backstedt è pronto a rifare tutto .

“Ho corso la mia gara e ho gestito un team UCI Conti per qualche altro anno. Poi ho capito che le ragazze avevano bisogno del mio tempo e della mia presenza. Ha detto che in questo modo è stato in grado di aiutarli quando hanno iniziato a mostrare più interesse nel farlo a un livello più alto. È stata una decisione consapevole dare loro il tempo di cui avevano bisogno per crescere e fare del loro meglio con le loro squadre. Andava bene, ora è il momento per me di perseguire qualcosa che mi appassiona.

“È qualcosa che mi è mancato per molti anni. È un ottimo modo per investire nelle mie ragazze, ma ha anche un aspetto diverso. Sei un papà e vuoi che le tue figlie abbiano successo. C’è molta emozione e adrenalina coinvolte. È qualcosa che mi entusiasma e mi entusiasma dirigere una squadra dal punto di vista sportivo”.

Bäckstedt, insieme a entrambe le sue figlie che lavorano nel Women’s WorldTour, alla fine si sfideranno l’una contro l’altra. La rivalità tra fratelli può essere una cosa. Ma correre contro i tuoi figli è un’altra.

Megan Hughes è la moglie di Backstedt. Non è uno che si stressa facilmente e sta prendendo tutto con calma. Ora che lavora nel Women’s WorldTour, ha più tempo da trascorrere con le sue figlie che se lavorasse altrove.

Ha detto: “So che affronteremo le mie figlie, abbastanza frequentemente, e ho già partecipato a un paio di gare quest’anno, guardando, imparando, guardando Canyon SRAM e avendo voce in capitolo nella gara ciclistica e nella macchina della squadra. Funziona per noi come una famiglia. Non è qualcosa che vediamo come strano. È solo ciò che facciamo e ciò che siamo.

Leggi anche:

You cannot copy content of this page